banner_ultimo

Twitter

Foto

Foto

Intervento al Meeting di Rimini

Video

Video

Facebook

mattarella_hp

Elezioni 2018. Concluso il sorteggio per stabilire la posizione sulla scheda dei candidati presidenti e delle liste collegate

Comunicato 2253 del 22/09/2018

Si sono concluse poco fa nella Sala Wolf del Palazzo della Provincia autonoma di Trento le operazioni di sorteggio dell’Ufficio centrale circoscrizionale per stabilire l’ordine in cui i candidati presidenti e le liste a loro collegate appariranno sulla scheda che sarà consegnata agli elettori il prossimo 21 ottobre. A turno la presidente Alma Chiettini, il professor Matteo Cosovich e l’avvocato Giuliano Valer hanno estratto dall’urna i seguenti nominativi:

Paolo Primon,

Filippo Castaldini,

Maurizio Fugatti,

Federico Monegaglia,

Roberto de Laurentis,

Ugo Rossi,

Giorgio Tonini,

Ferruccio Chenetti,

Antonella Valer,

Mauro Ottobre,

Filippo Degasperi.

Successivamente sono stati estratti i contrassegni delle liste collegate ai candidati presidente. Nell’ordine:

Lega Nord,

Progetto trentino,

Casapound Italia,

Moviment Ladin de Fascia,

Agire per il Trentino,

Unione per il Trentino,

Civica trentina,

Popoli liberi – Paolo Primon – Freier Volker

Futura 2018,

Autonomia dinamica,

Associazione Fassa,

Riconquistare l’Italia,

Partito democratico del Trentino,

Partito autonomista trentino tirolese PATT,

Autonomisti popolari,

Forza italia,

L’altro Trentino a Sinistra,

TRE – Territorialità responsabilità Economia,

Unione di centro,

Liberi e uguali,

MoVimento 5 stelle,

Fratelli d’Italia.

Link al Comunicato PAT

Giochi senza Barriere, perché le differenze sono ricchezze

Comunicato 2250 del 21/09/2018

Un appuntamento per valorizzare l’inclusione, la condivisione, la partecipazione attiva, senza togliere il piacere della competizione, che ognuno vive a modo proprio. Questo il senso di Giochi Senza Barriere, giunti alla 16^ edizione e dedicati alla memoria di Enrico Pancheri, compianto presidente di Anffas Trentino onlus, l’associazione a tutela dei diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie che promuove da anni l’iniziativa. Si sono svolti oggi al Centro sportivo di Gardolo a Trento con la partecipazione di centinaia di ragazzi e delle loro famiglie. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, presente alla cerimonia finale, ha ringraziato Anfass, per quello che fa a sostegno delle famiglie, un impegno importante per le persone con disabilità, ma anche per l’intera società perché ci ricorda – ha detto – che siamo tutti uguali e che tutti abbiamo gli stessi diritti. Molti gli sport in cui i ragazzi, oltre un centinaio, si sono cimentati, dai calci di rigore ai tiri a canestro, dalla pallavolo al tennis con moltissime associazioni sportive e società coinvolte, fra cui Aquila Basket, Aiac e Trentino Volley.

Link al Comunicato PAT

Elezioni provinciali 2018: depositati candidati presidenti e liste

Comunicato 2237 del 20/09/2018

Si sono concluse nella serata di oggi le operazioni di deposito delle candidature a presidente e delle relative liste per la partecipazione alle elezioni provinciali del 21 ottobre. L’ammissione compete all’Ufficio centrale circoscrizionale che dovrà esprimersi entro domani, venerdì 21 settembre. Sabato è previsto invece il duplice sorteggio prima dei candidati a presidente e poi delle liste, valido per determinare l’ordine sulle schede elettorali. Di seguito l’elenco delle candidature alla presidenza della Provincia autonoma di Trento e delle liste depositate, in ordine di presentazione.

CANDIDATI PRESIDENTI

FILIPPO DEGASPERI

FILIPPO CASTALDINI

GIORGIO TONINI

MAURIZIO FUGATTI

PAOLO PRIMON

ROBERTO DE LAURENTIS

ANTONELLA VALER

FEDERICO MONEGAGLIA

MAURO OTTOBRE

UGO ROSSI

FERRUCCIO CHENETTI

LISTE IN ORDINE DI PRESENTAZIONE

LISTA 5 STELLE

FUTURA 2018

CASAPOUND

UNIONE DI CENTRO CON FUGATTI

AGIRE PER IL TRENTINO

FRATELLI D’ITALIA

AUTONOMISTI POPOLARI

FORZA ITALIA

L’ALTRO TRENTINO A SINISTRA

LEGA NORD

LISTA POPOLI LIBERI – FREIE VÖLKER – PRIMON

TRE

MOVIMENT LADIN DE FASCIA

CIVICA TRENTINA

UNIONE PER IL TRENTINO

LIBERI E UGUALI

RICONQUISTARE L’ITALIA

PD

AUTONOMIA DINAMICA

PARTITO AUTONOMISTA TRENTINO TIROLESE – P.A.T.T.

PROGETTO TRENTINO

Link al Comunicato PAT

Consiglio delle Autonomie locali: equipe di supporto ai Comuni, asili nido, polizia locale, finanziamenti e personale delle Comunità

Comunicato 2220 del 19/09/2018

Saluto del presidente della Provincia autonoma in chiusura dei lavori

Seduta oggi del Consiglio delle Autonomie locali, ultima per questa legislatura con il presidente della Provincia autonoma di Trento, intervenuto assieme ai dirigenti e ai tecnici dell’amministrazione. Cinque le decisioni assunte nel corso dei lavori: innanzitutto, è stato dato il via libera definitivo all’intesa fra Provincia e Consiglio, ad integrazione dell’accordo in materia di finanza locale, per la messa a disposizione dei Comuni di una equipe tecnica – composta da tre esperti – con funzioni di supporto amministrativo, per far fronte alle nuove e spesso pressanti incombenze in capo agli enti locali. Si è votato inoltre per accrescere i finanziamenti agli asili nido e per il rimborso, da parte della Provincia, degli indennizzi riconosciuti dai Comuni ai vigili urbani per spese di degenza dovute a ragioni di servizio. Infine, due decisioni riguardanti le Comunità di valle, i merito alle modalità di gestione dei trasferimenti provinciali per fabbisogni straordinari e l’autorizzazione all’assunzione di personale. In chiusura il presidente della Provincia ha ringraziato tutti i membri del Consiglio per la collaborazione, sempre assicurata anche in un contesto di cambiamenti non sempre favorevoli per la finanza locale, che ha consentito di ottenere risultati importanti e duraturi. Sottolineato anche da parte del presidente del Consiglio delle Autonomie lo sforzo comune portato a termine in maniera soddisfacente e costruttiva. Il primo punto discusso dal Consiglio nella sua ultima seduta di legislatura riguardava la messa a disposizione ai Comuni di una equipe di alto profilo tecnico. Con la delibera di oggi si taglia dunque il traguardo di un percorso avviato un paio di mesi fa, dando il via libera all’assunzione di tre figure i cui costi saranno interamente a carico della Provincia, tre professionalità d livello elevato che consentiranno ai Comuni di far fronte alle proprie esigenze, in particolare nelle situazioni di emergenza. La seconda delibera ha avuto come oggetto un ampliamento degli interventi di finanziamento in favore degli asili nido; una decisione, è stato detto, assunta in particolare con lo scopo di supportare ulteriormente le famiglie ed incoraggiare la natalità. Un altro punto in discussione riguardava gli indennizzi provinciali ai Comuni per le spese di degenza dovute a infortunio in servizio del personale di polizia locale. Le ultime due delibere infine hanno toccato altrettanti temi di interesse pere le Comunità di Valle: in particolare, i trasferimenti provinciali per la copertura di fabbisogni diversi da quelli per coprire attività di investimento, per i quali è stata prevista la costituzione di un apposito fondo di riserva, e le nuove assunzioni di personale, per procedere alle quali le Comunità, come stabilito dalla normativa, devono prima centrare gli obiettivi di spesa concordati e quindi ottenere l’autorizzazione della Provincia. La delibera adottata oggi prevede che siano le stesse Comunità a verificare i presupposti di Legge per le assunzioni evitando i provvedimenti di autorizzazione della Giunta provinciale. Al termine dei lavori è stato sottolineato nei diversi interventi come in questi cinque anni sia emersa con chiarezza una piena consapevolezza dell’importanza di utilizzare le risorse disponibili anche al di là della dimensione strettamente comunale. Sul piano finanziario, insomma, alla necessaria sobrietà si è accompagnata una capacità di impostare le politiche di spesa in chiave più unitaria. Ciò anche a fronte dei cambiamenti sopravvenuti nei rapporti con Roma, che hanno portato alla finanza provinciale certezze che prima non c’erano: oggi infatti lo Stato non può definire i concorsi del Trentino al risanamento dei conti pubblici in maniera unilaterale, e questo rappresenta una importante “polizza di assicurazione” sul futuro dell’Autonomia ed anche, necessariamente, sull’insieme delle risorse a disposizione degli enti locali.

Link al Comunicato PAT

bottom bottom bottom