Elezioni 2018


presidente

Posts Taggati ‘volontariato e cooperazione’

Tre giorni di festa per i Vigili del Fuoco volontari di Arco

Comunicato 2363 del 07/10/2018

Oggi il clou con l’inaugurazione della autoscala storica restaurata dagli studenti Enaip

Sono stati tre giorni di festa, per i Vigili del Fuoco volontari di Arco, organizzati in collaborazione con il Comune per presentare l’autoscala “Dodge”, restaurata con il contributo degli studenti e degli insegnanti dei tre istituti professionali Enaip trentini. Oggi il clou, con l’inaugurazione ufficiale e la presentazione delle tre autoscale che hanno prestato servizio ad Arco; presenti il primo cittadino, il presidente della Provincia e il presidente della Federazione dei Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari Tullio Ioppi, oltre naturalmente ai Vigili del Fuoco arcensi con il loro direttivo. Stamattina, per la benedizione e le manovre dimostrative sullo storico mezzo, c’era tutta la comunità; tante le parole di ringraziamento e stima che le autorità presenti hanno rivolto ai pompieri, in particolare il presidente della Provincia ha voluto evidenziare come i Vigili del Fuoco volontari rappresentino davvero una polizza di assicurazione per l’Autonomia del Trentino; finché ci saranno persone come gli allievi e i vigili, che scelgono di spendere il proprio tempo al servizio degli altri, l’Autonomia avrà un futuro. Un ringraziamento speciale, poi agli studenti delle professionali, che durante il restauro del mezzo hanno potuto avvicinarsi alla realtà dei Vigili del Fuoco volontari. Quella di oggi è stata la giornata conclusiva: accanto alla presentazione delle autoscale che hanno prestato servizio negli ultimi 70 anni, anche l’esposizione di mezzi d’epoca e dell’attrezzatura specialistica attualmente in dotazione al Corpo di Arco, nonché l’area dove i più piccoli si sono cimentati in percorsi e giochi con il rilascio di un attestato finale. Ieri invece c’è stata la possibilità di visitare la caserma dei Vigili arcensi, in località Bruttagosto, mentre venerdì sera si è tenuta la presentazione del libro “Il restauro dell’autoscala Dodge. Una storia di impegno e collaborazione”, con Romano Turrini. Il libro ripercorre la storia di questo mezzo, utilizzato dall’esercito americano per il trasporto di truppe durante la seconda guerra mondiale, acquistato dai pompieri alle metà degli anni ’50 e utilizzato fino al 1987; nel volume anche il restauro curato dai pompieri con la collaborazione degli studenti di tre istituti Enaip per le lavorazioni specialistiche, come il rifacimento pezzi, il restauro di parti lignee e la revisione di quelle meccaniche.

Link al Comunicato PAT

Nuove agevolazioni per la promozione all’estero delle imprese trentine e per lo sviluppo del porfido trentino

Comunicato 2304 del 28/09/2018

La giunta provinciale ha votato stamani il provvedimento sulla detrazione Irap pari al 35% dei finanziamenti a cooperative o consorzi

L’internazionalizzazione delle aziende e il rilancio del porfido trentino sono attività strategiche per lo sviluppo dell’economia del territorio provinciale. La giunta provinciale ha approvato stamani la delibera che fornisce un’ulteriore agevolazione alle imprese che finanziano consorzi o cooperative che investiranno in attività per la penetrazione delle aziende su mercati esteri e per lo sviluppo del porfido. In particolare, il provvedimento dell’esecutivo fissa i criteri per ottenere la detrazione Irap per i prossimi tre anni (dal 2018 al 2020) di un importo pari al 35% dei finanziamenti versati dalle imprese a consorzi e cooperative che perseguono gli obiettivi sopra richiamati. La delibera votata oggi dalla giunta provinciale, su proposta del presidente, fissa i criteri attuativi della legge provinciale (art. 1, comma 14 bis legge provinciale 21/2015) che agevola i finanziamenti dei soci o consorziati alle cooperative o consorzi, con sede nel territorio provinciale, costituiti con lo scopo di promuovere l’internazionalizzazione delle imprese o lo sviluppo del porfido attraverso il miglioramento della qualità del prodotto e delle sue lavorazioni. L’agevolazione, concessa in “de minimis” e quindi nel rispetto delle norme sulla concorrenza, consiste nella detrazione dall’Irap dovuta alla Provincia – per gli anni d’imposta 2018, 2019 e 2020, – di un importo pari al 35% dei finanziamenti non configurabili quali corrispettivi per l’erogazione di servizi o prestazioni, erogati in favore dei predetti consorzi o cooperative. I criteri definiti dalla delibera sono tre: a) i finanziamenti devono essere infruttiferi, erogati nei periodi di imposta di riferimento dell’articolo dal soggetto beneficiario alla cooperativa o al consorzio di cui risulti essere socio o consorziato; b) i finanziamenti devono prevedere il rimborso successivamente al 31 dicembre 2020; c) non rientrano tra i finanziamenti le erogazioni alla cooperativa o al consorzio configurabili quali corrispettivi per l’erogazione di servizi o prestazioni. E’ inoltre stabilito che la detrazione Irap è riconosciuta sino a concorrenza dell’Irap dovuta alla Provincia nel periodo d’imposta.

Link al Comunicato PAT

Per i Vigili del Fuoco di Calavino una caserma rinnovata

Comunicato 2253 del 27/09/2018

Oggi l’inaugurazione di questo importante presidio del territorio e della comunità

Sono 27 i Vigili del Fuoco di Calavino, più 4 allievi e 6 complementari: da oggi avranno a disposizione una caserma completamente rinnovata grazie a un intervento di ristrutturazione iniziato lo scorso mese di dicembre, che ha consentito di raddoppiare gli spazi per la rimessa degli automezzi e di riqualificare il corpo centrale. Oggi, alla presenza del sindaco di Madruzzo, del presidente della Provincia accompagnato dall’assessore all’agricoltura e foreste, di numerose altre autorità provinciali e locali, nonché dei vertici dei Vigili del Fuoco trentini, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione di questo importante presidio del territorio e della comunità. Da tutti sono arrivate parole di stima, orgoglio e ringraziamento ai Vigili del Fuoco di Calavino e, più in generale, di tutto il Trentino. E se il sindaco ha evidenziato come fra gli obiettivi dell’amministrazione comunale ci sia proprio quello di dotare il territorio di strutture preposte alla sicurezza e di tutto quanto è necessario per operare al meglio, il presidente della Provincia ha ricordato che i Vigili del Fuoco di Calavino fanno parte dei 5.500 vigili volontari e dei 1.500 allievi del Trentino: tutti loro hanno scelto di spendere un po’ del loro tempo al servizio della collettività, per garantire la sicurezza del territorio. La qualità e la vita di un territorio dipendono dalle scelte di ciascuno ed è in questo il vero significato della parola Autonomia, sono state poi le conclusioni del presidente che ha ringraziato i vigili per quello che fanno e soprattutto per quello che rappresentano. Quindi i saluti del presidente della Federazione dei Corpi dei Vigili del Fuoco Volontari Tullio Ioppi, della vicecomandante del Corpo permanente Ilenia Lazzari, dell’ispettore Giacomo De Sero e del comandante dei Vigili del Fuoco di Calavino Flavio Graziadei; infine la benedizione e il taglio del nastro con l’accompagnamento musicale del Corpo bandistico di Calavino. La caserma dei Vigili del Fuoco di Calavino, collocata, in località “Roma Casale”, nella parte alta del borgo, è stata, in parte, ricavata all’inizio degli anni ‘90 da un edificio esistente. Il progetto di ristrutturazione redatto da Olga Ceschini di Lasino, e realizzato per lo più da maestranze locali, ha visto l’ampliamento dell’autorimessa e della superficie destinata al parcheggio mezzi, che è stata più che raddoppiata, nonché un intervento radicale sulla palazzina. Al piano terra sono stati realizzati gli spogliatoi separati per genere, mentre il primo piano, che accoglie sala radio, locali di servizio e sala riunioni, è stato riqualificato; la sala riunionei è stata resa accessibile anche dall’esterno con la realizzazione di un vialetto e si presta anche per altri usi al servizio della comunità. Infine riqualificata anche la facciata, di cui sono stati mantenuti i caratteri originari. L’intervento complessivo, di quasi 350.000 euro, è stato finanziato con un contributo provinciale di 255.000 euro, ovvero l’85% della spesa ammessa pari a 300.000 euro.

Link al Comunicato PAT

Crollo del ponte a Genova: la Protezione civile del Trentino segue la situazione

Comunicato 1970 del 14/08/2018

Per il momento non è prevista l’attivazione delle colonne mobili delle Regioni

Dopo la tragedia di stamattina, con il crollo del Ponte Morandi sull’autostrada A10, che ha causato diverse vittime, la Protezione civile del Trentino nel suo ruolo di Coordinamento delle protezioni civili regionali, sta seguendo in video conferenza l’evolversi della situazione. Al momento il Dipartimento nazionale della Protezione Civile non ha previsto l’attivazione delle colonne mobili delle Regioni. La Protezione civile del Trentino è comunque pronta ad attivare le colonne mobili in caso di richiesta.

Link al Comunicato PAT