Posts Taggati ‘università e ricerca’

Studenti meritevoli: la Giunta stanzia borse di studio per 82.000 euro

Comunicato 2346 del 05/10/2018

Le borse di studio sono destinate a diplomati eccellenti che decidono di proseguire gli studi in percorsi di formazione terziaria nell’anno accademico 2018/2019

Premiare l’impegno degli studenti ed incentivare la prosecuzione degli studi, queste in sintesi le finalità del bando approvato oggi dalla Giunta provinciale, rivolto agli studenti diplomati negli anni scolastici 2016/2017 o 2017/2018 con una votazione di 100 e lode, che decidono di iscriversi a percorsi di formazione terziaria. Le risorse stanziate sono pari a 82.000 euro. Le borse di studio andranno a coprire le tasse sostenute o da sostenere per il primo anno di iscrizione per un importo fino ad un massimo di 2.000 euro. Le domande per la concessione della borsa di studio dovranno essere presentate dal 4 marzo 2019 al 19 aprile 2019, al Servizio Istruzione e formazione del secondo grado, università e ricerca – Ufficio Università e ricerca.

FINALITÀ DEL BANDO

Il bando ha l’obiettivo di premiare gli studenti trentini eccellenti che hanno ottenuto una votazione di 100 e lode nell’esame di Stato conclusivo dei corsi d’istruzione e formazione del secondo grado sostenuto negli anni scolastici 2016/2017 o 2017/2018 e immatricolati nell’anno accademico 2018/2019 a percorsi di studio di tipo terziario.

DESTINATARI

Possono beneficiare dell’intervento gli studenti residenti in provincia di Trento da almeno tre anni alla data di richiesta della borsa di studio che hanno concluso nell’anno scolastico 2016/2017 o 2017/2018 il secondo ciclo di studi d’istruzione e formazione ottenendo all’esame di Stato una votazione pari a 100 e lode. La borsa di studio non è cumulabile con borse di studio o analoghi benefici previsti dalla normativa in materia di diritto allo studio universitario (D.lgs. 68/2012 o LP 9/1991).

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda per la concessione della borsa di studio deve essere presentata dallo studente al Servizio Istruzione e formazione del secondo grado, università e ricerca – Ufficio Università e ricerca – tramite il modello reperibile in prossimità dell’apertura del bando all’indirizzo www.vivoscuola.tn.it e sul sito http:/www.modulistica.provincia.tn.it a partire dal 4 marzo 2019 ed entro il 19 aprile 2019.

Link al Comunicato PAT

Il Gect Euregio riunito oggi a Castel Tirolo: al centro i temi della collaborazione scolastica e interuniversitaria

Comunicato 2278 del 26/09/2018

Oggi al Castel Tirolo si è svolta la 18esima Seduta di Giunta e la 14esima Seduta dell’Assemblea del Gect Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. I lavori si sono aperti con la relazione del segretario generale Christoph von Ach. I tre presidenti di Tirolo, Alto Adige e Trentino, con le loro Giunte, e poi in assemblea, hanno successivamente affrontato i diversi punti all’ordine del giorno. Alcune delle principali decisioni assunte riguardano i giovani, il mondo della scuola e l’alta formazione. In particolare: verrà finanziato anche nel 2019 il Fondo per la mobilità interuniversitaria, che coinvolge circa 1200 studenti e 200 docenti; le tre province avvieranno inoltre un percorso per l’attivazione di una cattedra universitaria sui temi euroregionali in accordo con le programmazioni dei tre atenei; è partito il master rivolto a dirigenti delle pubbliche amministrazioni dei tre territori, in una prospettiva di eccellenza, che ha trovato richieste di adesione anche superiori a quanto previsto e che nel 2019 potrà accogliere, dopo l’apposita selezione, 9 figure per ogni provincia; Trentino e Tirolo hanno infine rinnovato l’intesa per lo scambio di studenti e insegnanti che a partire da quest’anno segnerà un grande passo in avanti coinvolgendo tutte le scuole superiori trentine (dopo che già l’anno scorso avevano aderito al progetto18 scuole fra Trentino e Tirolo). Nel corso dei lavori sono stati sottolineati i progressi fatti nell’ultimo periodo e i successi riscontrati, ad esempio l’Euregio Master, il corso di studi realizzato con la collaborazione delle tre università, di Trento, Bolzano e Innsbruck. Anche i Giochi dell’Euregio, svoltisi la settimana scorsa, hanno riscosso un grande successo. In termini più generali, in questi anni – è stato sottolineato nel corso dei lavori – l’Euregio ha dimostrato di riuscire a mediare fra interessi e esigenze diverse, promuovendo il dialogo e la collaborazione non solo fra i tre territori ma anche fra Italia e Austria, su tematiche delicate come l’immigrazione o la mobilità. Fra gli altri temi affrontati la prossima Giornata Euregio della Mobilità e gli obiettivi strategici del 2019, fra cui la realizzazione di una carta geografica dell’Euregio destinata alle scuole, un sistema di previsioni meteo comune ai tre territori, completo e affidabile, e una roadmap della mobilità ciclabile. Il presidente della Provincia autonoma di Trento si è detto soddisfatto del cammino fatto fin qui, di come i tre territori siano riusciti a confrontarsi e ad esprimere una volontà comune, pur dovendo confrontarsi con Stati e Governi che hanno procedure decisionali e tempi diversi. Un esempio è dato dal tema dei trasporti ed in particolare dalla gestione del progetto riguardante il raddoppio della ferrovia del Brennero e l’alta velocità. Il Trentino, in virtù della sua appartenenza dell’Euregio, e quindi della cornice più ampia in cui si collocano gli sforzi dei diversi soggetti coinvolti, ha potuto rivendicare una maggiore attenzione anche ai temi del trasporto locale, dalle tratte di accesso al tunnel del Brennero al progetto dell’interramento della ferrovia. Il Trentino ha anche potenziato l’interporto, stanziando a questo scopo nell’ultima manovra di bilancio 10 milioni di euro, e ciò produrrà effetti positivi soprattutto nel traffico che viaggia in verso Nord. Ma la gestione dei flussi di traffico sul valico del Brennero – hanno concordato i tre territori – non può prescindere da una politica gobale che coinvolga tutti i vaichi alpini.

Link al Comunicato PAT

Il Presidente Rossi a colloquio con la Console Generale degli Stati Uniti a Milano Elisabeth Lee Martinez

Comunicato 1790 del 20/07/2018

Oggi pomeriggio a Bolzano nella sede dell’Eurac

Cordiale incontro questo pomeriggio a Bolzano, presso la sede dell’Eurac, fra il Presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi e la Console Generale degli Stati Uniti a Milano Elisabeth Lee Martinez. Alla console il presidente Rossi ha illustrato le specificità e i punti di forza del Trentino, a partire dalla sua Autonomia speciale. “Il nostro Statuto è garantito dalla Costituzione – ha spiegato – ed è frutto di un accordo internazionale, ma affonda le sue radici su una tradizione plurisecolare. In futuro la sfida principale per un territorio come il nostro sarà quella di conciliare le vocazioni e le aspettative della comunità con gli effetti della globalizzazione”. Per quanto riguarda il rapporto con gli Stati Uniti, secondo partner commerciale del Trentino, è molto buono ma suscettibile di ulteriori sviluppi in particolare nel settore agroalimentare. La console Lee Martinez ha manifestato un forte interesse per queste tematiche come pure per la possibilità di approfondire le relazioni economiche, e scientifico-culturali con il Trentino. I rapporti tra la Provincia autonoma di Trento e gli Stati Uniti sono particolarmente proficui ed intensi sul piano economico, scientifico-tecnologico ed istituzionale. Sul fronte economico-commerciale gli USA rappresentano per il Trentino il secondo partner estero dopo la Germania. Nel 2017 il valore delle vendite estere trentine ha superato i 390 milioni di euro con una lieve decrescita rispetto all’anno precedente. La parte del leone delle vendite trentine sul piano settoriale lo fa il comparto delle bevande (vino) con circa il 40% del totale, seguito dalle macchine utensili, mezzi di trasporto e lapideo. Il primo trimestre 2018 si è chiuso con una ulteriore crescita dell’export di 3.800.000 euro rispetto al primo trimestre 2017. Dagli USA provengano anche alcune importanti operazioni di investimento estero in Trentino come quelle relative Dana, Esseffe, O-I Manifacturing Italy S.P.A., Vetri Speciali S.P.A, Watts Industries Italia. Un ulteriore impulso ai rapporti commerciali con gli USA potrebbe venire attraverso l’accesso delle mele italiane e trentine al mercato statunitense. Fra le altre aree dove il rapporto potrebbe crescere proficuamente vi è in primo luogo il turismo. Particolarmente vivaci sono poi i rapporti di collaborazione tra l’Ateneo di Trento e il sistema universitario statunitense, in particolare con con Boulder University of Colorado, West Virginia University, University of Kansas, Indiana University, University of California, Berkeley University of California, Virginia Institute of Technology e le cooperazioni con Harvard. Sul piano scientifico tecnologico va ricordata tra le altre la partnership strategica tra la Microsoft ed il sistema della ricerca e dell’alta formazione trentino che ha condotto nel 2006 alla fondazione del Microsoft Research – University of Trento, Centre for Computational and Systems Biology (CoSBi) il secondo centro di ricerca insediato dalla multinazionale americana in Europa e dedicato alla biologia computazionale. Il Centro ha ormai consolidato le sue attività e coopera con le principali aziende farmaceutiche mondiali. Fra le proposte emerse in questi giorni nel corso dei vari incontri avuti dalla Console con le autorità trentine la possibilità di valorizzare e sostenere attraverso il Consolato il programma – avviato un anno e mezzo fa – di collaborazione tra il CIMEC (Centro Mente e Cervello di Rovereto) e Harvard University, la partecipazione di FBK e di Trento come una delle sedi co-organizzatrici del programma Hackathon NASA, un grande progetto sul dialogo interreligioso che vede coinvolta di nuovo FKK-centro per le scienze religiose e l’Università di Georgetown.

Link al Comunicato PAT

Nasce “RetePA” lo sportello che dialoga con i cittadini

Comunicato 1786 del 20/07/2018

Rafforzare la rete degli uffici che hanno come missione la funzione di ascolto, di informazione e di relazione con i cittadini per migliorare la qualità dei servizi erogati all’utenza, attraverso una comunicazione integrata, formalizzata e definita. Questo l’obiettivo dello sportello “RetePA” previsto dal protocollo – oggi approvato dalla Giunta provinciale su proposte del presidente Ugo Rossi – tra Provincia autonoma di Trento, Comune di Trento, Agenzia delle Entrate, Azienda provinciale per i Servizi Sanitari, Questura di Trento, Università degli studi di Trento e Opera universitaria di Trento. Lo sportello andrà a promuovere e perfezionare iniziative di sviluppo della comunicazione coordinata, nonché faciliterà l’accesso ai cittadini ai servizi e alle informazioni in tempi rapidi e con il minor numero di contatti o spostamenti fisici, anche nell’ottica delle nuove relazioni tra amministrazioni “smart” e cittadini digitali, promuovendo così una comunicazione pubblica sempre più completa, chiara, efficace e in tempo reale. La Provincia autonoma di Trento è da sempre sensibile al tema della comunicazione pubblica e consapevole dell’importanza di informare i cittadini in merito alla propria attività amministrativa. Da oltre 25 anni la Provincia ha reso operativi dieci sportelli periferici di assistenza e di informazione al pubblico dislocati nelle valli oltre ad un un Punto informativo dedicato collocato nel capoluogo presso la sede istituzionale della Provincia autonoma di Trento, sotto il coordinamento del Servizio supporto alla Direzione generale e ICT in collaborazione con l’Ufficio Stampa della Provincia. Nel 2017 il punto informativo della Provincia ha registrato oltre 12.000 contatti (dei quali 35% allo sportello e circa 65% telefonici), con una media mensile di circa 1.000 contatti. Tra le aree di maggior interesse per l’utenza l’ambito socio-assistenziale (30% dei contatti), la ricerca di recapiti di uffici, le operazioni di rinnovo e attivazione della tessera sanitaria (5.000 operazioni).

Link al Comunicato PAT