Posts Taggati ‘studenti’

Il presidente Rossi: “Grazie per quanto fate per la scuola trentina. Approfittate al massimo anche delle opportunità dell’estate”.

Comunicato 1426 del 08/06/2018

Il saluto del governatore in chiusura dell’anno scolastico 2017/2018

E’ un grazie convinto quello che il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, anche nella sua veste di assessore all’istruzione, rivolge a tutti coloro che contribuiscono a fare del sistema scolastico trentino una realtà viva, capace di rinnovarsi e di tagliare traguardi sempre importanti: studenti e studentesse, innanzitutto, assieme alle loro famiglie, ai dirigenti scolastici, ai docenti, al personale ausiliario, al Dipartimento della conoscenza della Provincia. “Dobbiamo avere tutti ben chiara la consapevolezza del valore che il sistema scolastico e formativo assume per la nostra comunità. Il futuro del Trentino parte da qui, dall’impegno costante di tante ragazze e ragazzi e di tanti insegnanti che giorno dopo giorno fanno crescere la nostra scuola, l’arricchiscono, la migliorano. Lo testimonia anche il nostro sistema di valutazione, e i risultati che gli studenti trentini raggiungono, nei test Invalsi ma più in generale nel loro affrontare con determinazione le sfide dell’università e del mondo del lavoro Grazie quindi a tutti, un augurio di trascorrere una buona estate e un arrivederci all’inizio del nuovo anno scolastico”. Rossi ricorda anche alcuni progetti e alcuni traguardi tagliati dalle scuole del Trentino: dal progetto delle medie Manzoni di spiegare la legalità a ritmo di rap, premiato recentemente dall’università Luiss di Roma, agli studenti che eccellono in matematica, robotica, letteratura, lingue straniere o altre materie, spesso chiamati a partecipare ai campionati nazionali e internazionali, fino ai programmi di studio-soggiorno all’estero, anche legati a argomenti importanti di carattere scientifico o civile. “Ringrazio tutti per gli inviti che mi hanno rivolto a presenziare a cerimonie di fine anno scolastico e premiazioni – aggiunge il governatore – . Purtroppo non ho potuto onorarle tutte come meritavano, ma idealmente ho preso parte ad ognuna di esse. Oltre alle vacanze il periodo delle vacanze estive può essere riempito da molte altre opportunità: stage in azienda, soggiorni all’estero, volontariato. Auguro a tutti gli alunni e gli studenti un’estate ‘piena’, che costituisca un buon trampolino di lancio per il prossimo anno scolastico”.

Link al Comunicato PAT

Educazione degli adulti: aggiornata l’offerta scolastica

Comunicato 1375 del 04/06/2018

Lo ha stabilito la Giunta provinciale su proposta del presidente Ugo Rossi

I rapidi mutamenti economici, sociali, demografici e culturali del nostro tempo richiedono una manutenzione costante dell’offerta formativa per rispondere adeguatamente alle esigenze lavorative e sociali non solo dei giovani, ma anche degli adulti che decidono di intraprendere o completare un percorso scolastico. Il nuovo quadro provinciale dell’offerta scolastica rivolta all’istruzione degli adulti prevede l’introduzione del percorso di “Elettronica e elettrotecnica” rispettivamente presso gli Istituti tecnico economico e tecnologico “G. Floriani” di Riva del Garda e “Buonarroti-Pozzo” di Trento. Inoltre, presso gli Istituti “L. Guetti” di Tione e “Buonarroti-Pozzo” di Trento viene introdotto il percorso di “Informatica e telecomunicazioni”. Sono confermati i centri EDA presenti sul territorio, mentre i percorsi liceali saranno svolti presso il liceo “Rosmini” di Trento. Il nuovo quadro provinciale dell’offerta scolastica per l’istruzione degli adulti sarà in vigore già dal prossimo anno scolastico e prevede: per quanto riguarda i percorsi di primo livello (alfabetizzazione – medie) articolati in due periodi didattici, vengono confermati i centri EDA attualmente collocati presso gli istituti “Rosmini” Trento, “Rosa Bianca” Cavalese, “Marie Curie” Pergine, “don Guetti” Tione, “Pilati” Cles, “Alcide Degasperi” Borgo Valsugana, “Floriani” Riva del Garda, “Martini” Mezzolombardo e “Don Milani” Rovereto; per ciò che concerne i percorsi formativi di secondo livello (scuole superiori) articolati in tre periodi didattici, nella maggior parte dei casi, viene confermata l’offerta formativa approvata nel maggio 2012, anche se in alcune situazioni specifiche risulta modificata al fine di dare risposta aggiornata alla domanda formativa proveniente dai territori e dalle istituzioni scolastiche.

Queste le novità: RIVA DEL GARDA Istituto Tecnico Economico e Tecnologico“ G. Floriani” – viene stralciato il percorso Costruzioni, ambiente, territorio, ed introdotto Elettronica e elettrotecnica; TIONE DI TRENTO Istituto di Istruzione “L. Guetti” viene stralciato costruzioni,ambiente, territorio ed introdotto Informatica e telecomunicazioni(articolazione Informatica); TRENTO Istituto Tecnico Tecnologico“M. Buonarroti-Pozzo, viene introdotto Elettronica, Elettrotecnica – Informatica e Telecomunicazioni (articolazione informatica), mantenendo il percorso Costruzioni,ambiente, territorio. Infine il documento approvato oggi stabilisce che i percorsi liceali saranno svolti dal Liceo “Rosmini” di Trento, mentre successivi provvedimenti regolamenteranno l’offerta formativa da attuare presso la casa Circondariale e presso i Centri di formazione professionale.

Link al Comunicato PAT

“Prendete in mano il vostro futuro”, così il presidente Rossi ai ragazzi dello STEAM

Comunicato 1161 del 25/05/2018

Oggi l’inaugurazione ufficiale, a Rovereto presso il Polo Meccatronica, del nuovo Liceo internazionale

“Con un po’ di utopia, passione, competitività e rispetto, potete prendere in mano il vostro futuro e riempire di contenuti la nostra Autonomia, con la vocazione di salire sulle montagne per guardare lungo e distante, tenendo ben presente che si comincia da dove si vive per cercare di cambiare le cose”. Sono state queste le parole che il presidente della Provincia, nonché assessore all’istruzione, Ugo Rossi ha usato poco fa per aprire ufficialmente il pomeriggio di lavori dedicato al Liceo STEAM International, attivo a partire dal prossimo anno scolastico a Meccatronica, nell’ambito del Centro di Formazione Professionale “G. Veronesi” di Rovereto. Un liceo peculiare, fatto di un curriculo internazionale la cui particolarità è la durata, quattro anni in tutto. Dopo l’intervento del presidente, il pomeriggio di lavori ospitato presso sala Piave nel Polo Tecnologico è proseguito con il monologo della fisica e scrittrice Gabriella Greison, dedicato alla figura di Marie Curie. Quindi la tavola rotonda e l’inaugurazione ufficiale degli spazi del nuovo Liceo trentino. “Il Liceo STEAM è stato una sfida che abbiamo raccolto e abbiamo costruito sulle solide basi che qui abbiamo trovato”, ha spiegato il presidente Ugo Rossi, stimolato da Alberto Garniga, dopo l’introduzione della direttrice del Cfp Veronesi Laura Scalfi. “Siamo a Rovereto, dove stiamo investendo con convinzione per connettere una storia, una identità di questi luoghi, con un futuro e una vocazione della città – ha proseguito il presidente – per collegare Iprase, Università, il tessuto industriale di questa realtà con la conoscenza e la scuola”. Quindi un accenno al mondo scolastico trentino, nel quale l’impegno dell’amministrazione provinciale è stato costante, con l’introduzione di alcune innovazioni importanti, come “il trilinguismo, la tecnologia e la valorizzare dell’istruzione tecnica, nonché di una didattica innovativa per consentire alle esperienze che già c’erano di essere messe a frutto”. Infine il presidente Rossi, nel ribadire la necessità di ascoltare, per gli amministratori, “la società civile” perché “mediamente arriva prima dei decisori” ha dialogato con i giovani studenti che, il prossimo anno scolastico, frequenteranno il nuovo Liceo internazionale, complimentandosi con loro per avere accettato la sfida di una scuola all’interno di un polo di imprese e tecnologia, perché “conoscenza e lavoro non sono in contraddizione, sono le due facce della stessa medaglia che un nome: dignità delle persone”. Il nuovo Liceo STEAM garantisce in 4 anni di corso il raggiungimento degli obiettivi specifici di apprendimento e delle competenze di un liceo scientifico, opzione scienze applicate; prevede inoltre, alla fine degli studi, la possibilità di sostenere l’esame di Stato proprio di quel percorso. Gli insegnamenti sono in lingua inglese fino al 50%, con un approccio graduale fin dal primo anno, mentre l’assolvimento degli obblighi di alternanza scuola-lavoro parte con il secondo anno. Il protocollo di intesa era stato approvato nei giorni scorsi dalla Giunta provinciale che, su indicazione del presidente Rossi aveva dato avvio a questa opportunità formativa sancendo la collaborazione tra la Provincia, l’Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca Educativa (Indire) e l’Istituto provinciale per la ricerca e la sperimentazione educativa (Iprase).

Link al Comunicato PAT

10 anni di collaborazione tra scuola e impresa con il progetto TU SEI

Comunicato 1140 del 24/05/2018

Questa mattina a Trento la cerimonia di premiazione dei progetti

8.297 studenti appartenenti a 191 istituti scolastici coinvolti nella realizzazione di altrettanti progetti di collaborazione scuola-industria, attuati grazie alla partecipazione di 212 aziende. Questi in sintesi i numeri che riassumono 10 anni di attività del progetto TU SEI, un esempio “virtuoso” di collaborazione sinergica tra sistema educativo e industria, dove si valorizza la reciproca “contaminazione” e la circolazione di conoscenze e competenze acquisite in contesti di apprendimento diversi e complementari: scuola e impresa. Questa mattina presso l’Auditorium di Lettere e Filosofia, di Palazzo Prodi, a Trento la cerimonia di premiazione delle migliori realizzazioni alla presenza dei vertici di Provincia, Confindustria Trento e Fondazione Caritro, sponsor dell’iniziativa. Con l’evento finale di premiazione dei migliori progetti in concorso nell’anno scolastico 2017/18 si conclude l’attività realizzata dalle scuole (secondarie di primo grado, secondarie di secondo grado e di istruzione e formazione professionale) e dalle imprese industriali associate a Confindustria Trento per il progetto TU SEI, giunto alla sua decima edizione. L’edizione numero dieci ha visto l’avvio di 23 progetti, di cui 19 in concorso (15 annuali e 4 biennali al secondo anno e 4 biennali al primo anno non in concorso), la sottoscrizione di ulteriori 3 protocolli tra aziende e scuole per l’avvio di progetti a partire da settembre prossimo e la partecipazione al concorso di 18 scuole, di 23 imprese e di 846 studenti supportati da 59 insegnanti. “L’appuntamento del decennale testimonia la tenuta e l’evoluzione qualitativa del progetto e della collaudata collaborazione tra la Provincia e Confindustria nel coinvolgere le scuole e le imprese – ha sottolineato oggi il governatore Rossi nel corso della premiazione – In particolare il progetto TU SEI ha avuto una significativa incidenza in questo quinquennio, rientrando a pieno titolo nel Programma di Sviluppo Provinciale della XV legislatura, quale riferimento di “buona pratica” da implementare per lo sviluppo del raccordo scuola-lavoro, con l’obiettivo di ridurre la distanza tra scuola e impresa.” “TU SEI ha saputo creare una rassegna di collaborazioni dai tratti fortemente originali e di grandissimo spessore, che coniugano competenze e creatività, cultura e innovazione, di crescente livello eccellente – ha detto il Presidente di Confindustria Trento Enrico Zobele -. Se non si investe nei saperi, nelle conoscenze, nelle politiche di orientamento, non si può dare risposta alle attese occupazionali proprio dei giovani, che devono e possono contribuire alla crescita, all’innovazione ed allo sviluppo anche del nostro sistema industriale”. Ospite d’onore dell’edizione 2018 del Premio è stato il futurologo Giancarlo Orsini, che ha accompagnato la platea in un interessante viaggio virtuale proiettato verso il futuro, parlando di intelligenza artificiale nel campo dell’energia, dell’industria della medicina e dei trasporti. Orsini ha invitato i ragazzi ad essere artefici del proprio futuro investendo in creatività, pensiero e visione. Estremamente positivo il giudizio della commissione esaminatrice che ha sottolineato l’alto livello raggiunto dai progetti in concorso.

Link al Comunicato PAT