Posts Taggati ‘sport’

Ski area San Martino – Rolle: integrato il protocollo d’intesa

Comunicato 1839 del 28/07/2018

Nuovo intervento per l’area Tognola-Ces e progetto esecutivo del collegamento San Martino-Rolle

Un nuovo intervento per il collegamento “Sci ai piedi” tra l’area di Tognola e di Ces – Val Cigolera ed il prosieguo dell’iter per l’approvazione del progetto esecutivo del collegamento San Martino-Rolle. Sono questi i contenuti dell’integrazione del Protocollo d’Intesa, sottoscritto nell’aprile 2015 per il miglioramento dell’offerta turistica estiva ed invernale della Ski area San Martino Rolle. Oggi la firma – alla sede della Comunità di Primiero a Tonadico – da parte del presidente della Provincia Ugo Rossi, l’assessore provinciale al turismo Michele Dallapiccola, gli amministratori e operatori locali. Confermate inoltre le risorse (48 milioni di euro) e gli interventi già stabiliti nel protocollo del 2015. “Le firme che abbiamo fatto nel 2015 e che rinnoviamo oggi non sono delle formalità – ha sottolineato il presidente Ugo Rossi – sono degli impegni che stiamo portando avanti in sinergia con gli operatori e amministratori locali. Non posso che ringraziare tutti per aver creduto in questo progetto di rilancio. Io ne sono particolarmente soddisfatto. Oggi rinnoviamo il nostro impegno, si tratta di un nuovo passo avanti per raggiungere il Passo Rolle. L’auspicio è ora quello di proseguire in questa direzione. Possiamo farlo perché abbiamo creato le condizioni affinché la macchina possa funzionare al meglio”. “Procediamo con un programma serrato che intervento dopo intervento ci permetterà di raggiungere l’obiettivo finale che è quello di collegare le aree sciistiche di San Martino e Rolle. I dati ci dicono che le scelte fatte stanno producendo gli effetti sperati in termini di ripresa del territorio” ha invece concluso l’assessore Dallapiccola. Il Protocollo, sottoscritto ad aprile 2015 e oggi integrato, stabilisce interventi non slegati l’uno dall’altro, ma inseriti in un progetto complessivo e integrato di rilancio della Ski area San Martino – Rolle per il quale la Giunta provinciale ha confermato di voler impegnare risorse per 42 milioni di euro a fronte di una previsione totale di spesa pari a 48 milioni di euro. I restanti 6 milioni sono a carico degli enti pubblici e degli operatori privati di Primiero. Tra gli interventi previsti nel protocollo del 2015, il potenziamento e l’ammodernamento dell’area sciabile Ces-Val Cigolera con adeguamento delle piste da sci, la realizzazione del nuovo bacino di accumulo, il potenziamento delle linee di innevamento programmato, l’ammodernamento degli impianti San Martino – Val Bonetta, il nuovo collegamento Nasse-Bellaria, il collegamento tra le due aree sciabili di Passo Rolle. Trentino Sviluppo ha già acquisito il nuovo bacino di accumulo ed il nuovo sistema di innevamento programmato sito in Val Cigolera ed ha sottoscritto il 23 marzo scorso l’accordo relativo agli investimenti della società San Martino Rolle S.p.A. nella stazione sciistica di Malga Ces – Val Cigolera ed ha sottoscritto e versato un aumento di capitale sociale in San Martino Rolle S.p.A. di 4.400.000 euro. Grazie alla capitalizzazione effettuata, la società San Martino Rolle Spa, sta realizzando un altro importante investimento relativo alla telecabina Colbricon Express, sostituendo due seggiovie obsolete. Il protocollo, oggi integrato, prevede un ulteriore intervento finalizzato al prosieguo dell’iter per l’approvazione del progetto esecutivo del collegamento San Martino – Passo Rolle ed a sostenere le opere di miglioramento del collegamento “sci ai piedi” tra l’area di Tognola e di Ces – Val Cigolera, con adeguata capacità di portata funiviaria e di innevamento programmato delle piste interessate. L’intervento sarà realizzato da Trentino Sviluppo e prevede un investimento complessivo di 1.700.000 euro. Per quanto riguarda il collegamento San Martino – Passo Rolle Trentino Sviluppo ha già costituito il gruppo di progettazione composto oltre che dal progettista funiviario, dal consulente architettonico, dagli esperti di ambiente e foreste, dal geologo e geotecnico, dall’ esperto nivologico e da quello per gli aspetti topografici. Questo Team è già al lavoro per perfezionare la progettazione definitiva dell’impianto di collegamento tra san Martino e Passo Rolle, funzionale all’ottenimento della VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), della concessione funiviaria e della relativa concessione edilizia. Nel corso del primo anno successivo alla sottoscrizione di questa aggiunta al protocollo, Provincia, amministratori e operatori locali s’incontreranno periodicamente per una condivisione dello stato del progetto e degli sviluppi dell’iniziativa, definendo eventualmente specifiche ulteriori intese volte a favorire l’attuazione delle attività previste dal protocollo.

I firmatari

L’integrazione al protocollo è stata sottoscritta dal presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, i sindaci del Comune di Canal San Bovo Albert Rattin, del Comune di Primiero San Martino di Castrozza Daniele Depaoli, del Comune di Imer Gianni Bellotto, del Comune di Mezzano Ferdinando Orler, del Comune di Sagron Mis Luca Gadenz, il presidente della Comunità di Primiero Roberto Pradel, il presidente del Parco di Paneveggio Pale di S. Martino Silvio Grisotto, la presidente della società Funivie Seggiovie San Martino spa Valeria Ghezzi, il presidente della società San Martino Rolle spa Giacobbe Zortea, il presidente della società Castellazzo srl Vigilio Mich, il presidente della Sciovia Prà delle Nasse snc Antonio Bancher, il presidente dell’associazione albergatori della sezione San Martino/Primiero Renzo Esposito, il presidente dell’Unione Albergatori del Trentino Maurizio Rimondi, il presidente dell’associazione artigiani di Primiero Nicola Svaizer, il presidente di Confcommercio Primiero Mauro Taufer ed il presidente dell’Azienda per il turismo San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi Antonio Stompanato.

Link al Comunicato PAT

Cina e Trentino, un’amicizia che continua

Comunicato 1620 del 01/07/2018

Con il benvenuto del governatore Ugo Rossi, al via a Levico il seminario nazionale di Kung Fu tradizionale

Il fascino delle tradizioni e della cultura cinese ha conquistato Levico questo pomeriggio dove, nella centralissima piazza della Chiesa, si è svolta la cerimonia inaugurale della settimana dedicata al Kung Fu tradizionale. Ospiti d’onore il maestro Yang Linsheng che, accompagnato dalla moglie, Liu Chunyan ha formato decine e decine di seguaci e che per la seconda volta torna in Trentino per un appuntamento di richiamo nazionale. Ad accoglierli il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, che ha ricordato anche il rapporto di collaborazione tra Trentino e Cina in particolare nell’ambito dell’organizzazione e delle Olimpiadi invernali. “Vi diamo il benvenuto in Trentino – ha esordito Rossi – terra dove da sempre si incontrano culture le più diverse. Ed è da questa attitudine all’incontro si colgono le opportunità per crescere insieme e guardare con fiducia al futuro. Quello che inauguriamo è un appuntamento che assume su di sé molte caratteristiche: la cultura, lo sport, la meditazione ma soprattutto l’amicizia e la voglia di conoscersi. Un messaggio importante che valorizza quella cultura del rispetto dell’altro di cui c’è sempre più bisogno”. Ai saluti del governatore del Trentino si sono aggiunti poi quelli del responsabile dell’azienda di promozione turistica, Stefano Ravelli che ha invitato gli ospiti ad apprezzare tanto le bellezze del lago quanto quelle del Lagorai. I maestri del Kung Fu rimarranno a Levico fino al prossimo 8 luglio. Proporranno ogni giorno lezioni suddivise in 4 sessioni. Accanto al maestro Yang Linsheng e alla moglie Liu Chunyan, al seminario prendono parte come docenti anche due allievi cinesi storici della coppia. Questo pomeriggio, dal palco ai piedi della chiesa di Levico, una quindicina di istruttori hanno dato una dimostrazione di una pratica millenaria che punta ad unire le capacità del corpo con quelle della mente, in una continua ricerca di equilibrio che ancora oggi non smette di affascinare.

Link al Comunicato PAT

Inaugurata dal governatore Rossi la mostra “A ruota libera” a Revò in Val di Non

Comunicato 1614 del 30/06/2018

L’esposizione sui campioni trentini e il veicolo a due ruote sarà visitabile fino al 14 ottobre

Inaugurazione questo pomeriggio a Revò della mostra “A ruota libera – la bicicletta in Trentino, dal dinamismo di Fortunato Depero alle vittorie di Letizia Paternoster” alla presenza del governatore Ugo Rossi, del presidente della comunità della Val di Non Silvano Dominici, della sindaca di Revò Yvette Maccani e di numerosi altri ospiti che hanno voluto ammirare un percorso espositivo originale e appassionante dal punto di vista sportivo e da quello storico e artistico. “La bicicletta è un veicolo straordinario di sport e anche veicolo del territorio, dall’aspetto culturale significativo” ha detto il governatore invitando tutti a visitare l’esposizione. “Rappresenta uno stimolo a raggiungere grandi risultati con impegno, spirito di sacrificio e volontà di arrivare fino in fondo” ha aggiunto Ugo Rossi ringraziando i curatori. La mostra si compone di quattro sezioni che raccontano la storia della due ruote in Trentino e quella dei campioni della bicicletta da corsa, ampliando il percorso espositivo con uno sguardo all’attualità dei tratti ciclabili in Val di Non e alla rappresentazione del famoso veicolo nell’arte di Fortunato Depero, grazie alla collaborazione della Fondazione Museo Storico del Trentino e alla presenza di 5 opere provenienti dal MART di Rovereto. Per l’occasione tutto il paese è stato allestito ad arte con biciclette decorate dai ragazzi della Scuola secondaria di primo grado di Revò e dalle associazioni locali. Marcello Nebl, curatore della mostra, ha illustrato il percorso espositivo che raccoglie pezzi unici straordinari provenienti in gran parte dalle collezioni private Chiattone e Pertmer, dalle bici da corsa che vanno dai primi del ‘900 agli anni ’60 attraverso la storia del cambio, alle due ruote dei grandi campioni come Coppi, Moser, Fondriest, fino ad arrivare alle maglie delle vittorie e altri cimeli dei grandissimi record, con una sala dedicata interamente alla concittadina di Revò Letizia Paternoster, giovane campionessa del ciclismo italiano al femminile. Non mancano sale dedicate ai percorsi ciclabili della Val di Non, illustrati anche attraverso le suggestive immagini dell’artista e fotografa Francesca Padovan. La mostra sarà aperta al pubblico da sabato 30 giugno a domenica 14 ottobre, quasi a tirare la volata a quel grande appuntamento che sarà il Festival dello Sport in programma a Trento proprio dall’11 al 14 ottobre 2018. Nei mesi di luglio e agosto apertura dal martedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 – sabato e domenica dalle 15.00 alle 21.00. In settembre e ottobre dal venerdì alla domenica dalle 15.00 alle 19.00. L’ingresso, 2 euro, è gratuito per gli under 18.

Link al Comunicato PAT

Tour Transalp 2018: partita da Trento la sesta tappa

Comunicato 1602 del 29/06/2018

In bici dalle Dolomiti al Garda

E’ partita stamattina da Piazza Dante a Trento per arrivare a Caldaro, la sesta tappa del Tour Transalp, corsa in bici per squadre composte da due ciclisti, giunta alla sua 16^ edizione. Un evento unico nel suo genere per quel che riguarda la struttura e l´organizzazione, che in 7 tappe porta i partecipanti dalle Dolomiti al Garda. Partiti il 24 giugno da Bressanone i ciclisti dovranno superare 819 km e 17.739 metri di dislivello, ma soprattutto scalare numerosi passi alpini. Domani la corsa si concluderà a Riva del Garda.

Link al Comunicato PAT