banner_ultimo

Twitter

Foto

Foto

Video

Video

Incontro al Muse 1 dicembre 2017

mattarella_hp

APPRENDIMENTO E MOBILITÀ: NUOVE AZIONI COFINANZIATE DAL FONDO SOCIALE EUROPEO NEET

COMUNICATO nr. 389 del 21/02/14

Decisione della Giunta su proposta del presidente Ugo Rossi

La Giunta Provinciale nella seduta di oggi ha programmato l’attivazione di un’azione pilota finanziata dal Fondo Sociale Europeo per la mobilità transnazionale a favore di giovani tra i 15 e i 29 anni che non sono iscritti a scuola né all’università, che non lavorano e che non seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale (con un acronimo inglese vengono definiti Neet-Not in Education, Employment or Training). Il provvedimento consente di avviare una sperimentazione rivolta a 30 giovani, con risorse pari a circa 200mila euro “europei”. “La sperimentazione – sottolinea il presidente Ugo Rossi – potrà costituire una buona pratica utile per approcciare anche altre tematiche simili, a vantaggio dei nostri giovani. Essa si inquadra negli sforzi che stiamo facendo per utilizzare in maniera ancora più capillare le opportunità offerte dai finanziamenti europei”.

Link al Comunicato PAT

ROSSI: “LA RETE NON PUÒ SOSTITUIRE I RAPPORTI UMANI”

COMUNICATO nr. 388 del 21/02/14

Così stamattina il presidente della Provincia nel suo indirizzo di saluto in videoconferenza al Safer Internet Day

Stamattina il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, ha portato i suoi saluti all’evento in streaming organizzato dall’ITT “Marconi di Rovereto”, in collaborazione con l’Agenzia provinciale per la famiglia e il Tavolo per l’educazione ai nuovi media e alla cittadinanza digitale, nell’ambito del mese di iniziative promosse in Trentino per il “Safer Internet Day”. “La rete è fondamentale, ma va utilizzata con grande attenzione – ha commentato il presidente Rossi ai tanti ragazzi collegati -, perché internet non può e non deve sostituire i rapporti umani. L’utilizzo delle email e dei social a volte nasconda la difficoltà di mettersi in relazione fra noi. Auspico quindi che questa giornata di lavoro sia utile anche per sviluppare rapporti umani e professionali proficui. Sarò lieto di esaminare le conclusioni di oggi per verificare se all’interno della nostra attività amministrativa possiamo mettere in campo quei miglioramenti di cui state discutendo”. Fra i saluti istituzionali della mattina, anche quelli del dirigente scolastico del Marconi Laura Zoller e dell’assessore del Comune di Rovereto Fabrizio Gerola, quindi il confronto su “Etica e rete” fra Mauro Berti della Polizia Postale e il giornalista Lucio Bragagnolo.

Link al Comunicato PAT

ROSSI IN VIDEOCONFERENZA PER IL SAFER INTERNET MONTH TRENTINO

COMUNICATO nr. 376 del 20/02/14

Sono una cinquantina gli istituti in provincia che hanno aderito all’evento in streaming di domani organizzato dal Marconi

Domani, 21 febbraio, si terrà l’evento clou del mese di iniziative promosse in Trentino nell’ambito del “Safer Internet Day”. L’ITT “Marconi” di Rovereto diffonderà in streaming un confronto fra Mauro Berti della Polizia Postale e il giornalista Lucio Bragagnolo, che sarà preceduto dagli interventi in videoconferenza del dirigente scolastico del Marconi Laura Zoller, dell’assessore del Comune di Rovereto Fabrizio Gerola e del presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi. L’evento si sta rivelando di portata nazionale: finora hanno aderito una cinquantina di scuole trentine, ma sono stati informati l’Indire – Istituto nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca educativa di Firenze, – l’Ufficio scolastico regionale dell’Emilia Romagna, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nonché il circuito delle scuole 2.0 che abbraccia centinaia di istituti in tutt’Italia e alcune adesioni sono già arrivate. Il dialogo e i saluti istituzionali si potranno vedere in diretta anche sul portale della Provincia autonoma di Trento.

Link al Comunicato PAT

ROSSI A RENZI: L’ESPERIENZA DELLE AUTONOMIE A DISPOSIZIONE DEL PAESE

COMUNICATO nr. 361 del 18/02/14

“Siamo venuti qui soprattutto per ascoltare e anche per manifestare la nostra disponibilità ad essere d’aiuto. Le Province autonome di Trento e Bolzano l’hanno già fatto a partire dal 2009 con un accordo siglato con lo Stato che prevedeva un rientro di risorse per contribuire al risanamento della finanza pubblica nazionale. Abbiamo confermato al premier incaricato questa nostra disponibilità, nel rispetto naturalmente nel rispetto delle prerogative dei nostri Statuti. Abbiamo anche detto a Matteo Renzi che siamo disponibili a mettere a disposizione del Paese qualche buona pratica amministrativa che i nostri territori hanno sperimentato, pensiamo al reddito di garanzia, ma anche ai temi che riguardano il lavoro, l’apprendistato e così via. Ci piacerebbe dare una mano in questo senso”. Questo il commento del presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi subito dopo l’incontro avuto questo pomeriggio a Roma, assieme al collega altoatesino Arno Kompatscher, con Matteo Renzi.

Link al Comunicato PAT

bottom bottom bottom