banner_ultimo

Twitter

Foto

Foto

Video

Video

Primo giorno di scuola – 11 settembre 2017

mattarella_hp

Edilizia scolastica: nuovo aggiornamento del piano straordinario degli investimenti

Comunicato 2602 del 05/10/2017

In arrivo finanziamenti per il liceo Russel di Cles, per l’istituto di Formazione Professionale Sandro Pertini di Trento e per il C.F.P. di Tesero

Nuovi finanziamenti, per oltre 20 milioni di euro, da tempo attesi, sono stati sbloccati oggi dalla Giunta provinciale che ha aggiornato il Piano straordinario degli investimenti di edilizia scolastica, attraverso una delibera proposta dall’assessore Mauro Gilmozzi. Fra gli interventi più importanti finanziati, quelli relativi al Russel di Cles, all’stituto di Formazione Professionale Sandro Pertini di Trento e al C.F.P. di Tesero. Con questa ulteriore variazione, derivante dalla risorse stanziate con l’assestamento di bilancio, il Piano raggiunge l’importo complessivo di 90.586.065 euro. Nel dettaglio, la riprogrammazione del Piano prevede un nuovo finanziamento, per l’importo di 6.000.000 di euro per le prime attività di progettazione dell’intervento di demolizione e ricostruzione del blocco nord e di verifica dello stato dei restanti edifici presso l’Istituto di Formazione Professionale Sandro Pertini e dell’Università Popolare di Trento. Un nuovo finanziamento per l’importo di euro 9.900.000 riguarda i lavori di realizzazione della nuova sede succursale del liceo Russel di Cles. Infine, è previsto il finanziamento parziale di alcuni interventi già programmati tramite il Programma Operativo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per complessivi euro 4.620.000. In questo ambito sono previsti interventi al C.F.P. di Tesero, per la sostituzione di serramenti esterni in aule e uffici, al liceo Maffei di Riva del Garda per lavori di ampliamento e adeguamento, al liceo Prati di Trento per interventi relativi al risparmio energetico e al liceo A. Vittoria di Trento, dove è prevista la realizzazione della nuova sede.

Link al Comunicato PAT

Allo start up il primo “Network nazionale dei Comuni amici della famiglia”

Comunicato 2599 del 05/10/2017

Stamattina la Giunta ha approvato la delibera

Oggi la Giunta ha sottoscritto l’accordo che istituisce il primo “Network nazionale dei Comuni amici della famiglia”. La regia del Network sarà in mano a tre attori principali: l’Agenzia per la famiglia della Provincia autonoma di Trento, il comune di Alghero e l’Associazione Nazionale Famiglie Numerose. Obiettivo dell’accordo sarà, in una prima fase, sensibilizzare le amministrazioni comunali nazionali alle politiche di benessere familiare e, parallelamente, avvicinare le stesse all’acquisizione della certificazione “Comune amico della famiglia”, tramite l’adesione al Network. Sono ad oggi una ventina i Comuni italiani ad aver espresso interesse ad ottenere la certificazione. Oggi viene costituito il primo “Network nazionale dei Comuni amici della famiglia”. L’obiettivo dell’accordo è triplice: a) attivare un processo di riorientamento delle politiche pubbliche dei Comuni interessati alla certificazione, al fine di accrescere un sistema di servizi e aiuti concreti alle famiglie per realizzare i propri progetti di vita; b) promuovere il principio della sussidiarietà orizzontale coinvolgendo attivamente l’associazionismo familiare nell’implementazione territoriale di politiche family friendly; c) attivare a livello nazionale, con il forte coinvolgimento degli attori del territorio, un laboratorio sulle politiche familiari per sperimentare nuovi modelli gestionali e di valutazione delle politiche, sistemi tariffari e politiche di prezzo, sostenendo il capitale sociale e relazionale del territorio. La scelta dei membri costituendi il Network è ricaduta sulla Agenzia per la famiglia della Provincia autonoma di Trento, che si occuperà operativamente di coadiuvare i Comuni interessati nel processo di acquisizione dello standard “Comune Amico della famiglia”, vista la consolidata esperienza di settore, mentre l’Associazione Nazionale Famiglie Numerose si occuperà della promozione sul territorio nazionale del progetto e di sensibilizzare nuove amministrazioni comunali ad aderire al Network. Il comune di Alghero, infine, farà da capofila all’iniziativa in quanto primo comune italiano ad aver acquisito il marchio “Comune Amico della famiglia”.

Link al Comunicato PAT

Prosegue il trilinguismo: in arrivo 2 milioni di euro per la formazione linguistica degli insegnanti

Comunicato 2596 del 05/10/2017

Presentazione proposte progettuali entro il 7 novembre al Servizio Istruzione di Via Gilli

Attivare percorsi di formazione di lingua inglese e tedesca al fine di preparare gli insegnanti al conseguimento delle certificazioni linguistiche internazionali di livello B1, B2 e C1. Questo l’obiettivo di una delibera, approvata oggi dalla Giunta provinciale su proposta del presidente Ugo Rossi, con la quale è stato definito uno schema di avviso, con le relative disposizioni gestionali, per la presentazione di progetti di formazione da parte di enti, pubblici e privati, accreditati dal Fondo sociale europeo. L’intento è quello di accrescere le competenze del personale, dai nidi d’infanzia alle superiori, per dare l’opportunità, a chi è disposto ad investire nella propria crescita professionale, di formarsi anche per insegnare in modalità CLIL la propria materia. Le proposte progettuali dovranno pervenire al Servizio Istruzione e formazione del secondo grado, Università e ricerca della Provincia 2017 a partire dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul sito internet del Fondo sociale europeo https://fse.provincia.tn.it ed entro le ore 12.30 di martedì 7 novembre. Fra gli obiettivi del piano “Trentino Trilingue” vi è quello, strategico, dell’innalzamento del livello qualitativo delle perfomance professionali degli insegnanti nell’ambito linguistico. Fra le azioni previste in questo ambito e coofinanziate dal Fondo sociale europeo, sono attivati specifici percorsi di formazione permanente per gli insegnanti per il miglioramento delle competenze linguistiche e finalizzati all’ottenimento delle certificazioni internazionali. Dopo l’esperienza positiva dell’ultimo biennio, che in un’analoga iniziativa ha visto coinvolti nella frequenza di corsi numerosi insegnanti della scuola trentina, prosegue l’attività formativa rivolta ai docenti con la costituzione di un nuovo catalogo di corsi linguistici per il biennio 2018/2019.L’importo totale stanziato per la costituzione del nuovo catalogo è di 2 milioni di euro ed è cofinanziato dal Fondo sociale europeo, dallo Stato italiano e dalla Provincia autonoma di Trento, nell’ambito del Programma Operativo FSE 2014 – 2020. Con questo provvedimento la Giunta approva lo schema di avviso con le relative disposizioni di gestione per la presentazione di progetti da parte di enti, pubblici e privati, accreditati FSE secondo le disposizioni provinciali che specificano i requisiti richiesti, ai fini della predisposizione del catalogo 2018 – 2019 di percorsi di formazione linguistica di lingua inglese e tedesca rivolti agli insegnanti del sistema educativo trentino (dai nidi d’infanzia al secondo ciclo di istruzione e formazione). Il catalogo sarà articolato in riferimento ad ognuna delle due lingue, per sedi di svolgimento (Trento, Rovereto, Borgo Valsugana, Cavalese, Cles, Fiera di Primiero, Riva del Garda e Tione) e per livelli linguistici. Per ogni livello, a parte il B1, ci sarà il percorso base e quello avanzato, svolti in modalità blended, ossia in parte a distanza. La formazione riguarderà circa 1.000 insegnanti, che saranno selezionati direttamente dal Dipartimento provinciale della Conoscenza in seguito ad appositi avvisi di prossima approvazione.

Link al Comunicato PAT

Rossi a Roma: positivo l’incontro con il premier Gentiloni

Comunicato 2591 del 04/10/2017

Al centro dell’attenzione A22 e gestione del Lupo

Un incontro senz’altro positivo quello chiusosi pochi minuti fa a Roma fra il presidente Ugo Rossi, assieme al collega altoatesino Kompatscher, e il premier Paolo Gentiloni. Nel corso del colloquio il presidente del Consiglio ha confermato la volontà del Governo di raggiungere l’obiettivo del rinnovo della concessione della A 22 in tempi anche molto stretti. “Certamente – commenta il presidente Rossi – bisogna lavorare alla costruzione di una norma ma credo che ci sia davvero la possibilità di portare a casa un risultato importante per il nostro territorio”. “Abbiamo anche parlato di temi che riguardano la gestione della fauna – prosegue Rossi – in particolare dell’orso e del lupo, cercando di ‘spingere’ per ottenere una norma di attuazione che ci consenta almeno di poter gestire i casi problematici in entrambi i casi. Abbiamo poi affrontato tematiche che riguardano le norme sull’armonizzazione dei bilanci nei rapporti finanziari con lo Stato impostando quindi un lavoro che troverà una sua conclusione nella manovra finanziaria. Direi che il presidente Gentiloni si è dimostrato assolutamente informato su tutti i temi e che c’è una concordanza di vedute fra noi e il Governo. Quindi siamo molto molto fiduciosi che la manovra finanziaria dello Stato possa contenere queste importanti novità”. I due presidenti hanno infine anche affrontato la questione dei migranti ringraziando il premier per il grande sforzo dell’Italia per la gestione dei flussi provenienti dal Nord Africa. Un impegno che non deve venire meno e che comporta il rafforzamento della rete di collaborazione e solidarietà con gli altri paesi europei.

Link al Comunicato PAT

bottom bottom bottom