ICT: un protocollo d’intesa rilancia la collaborazione pubblico-privata

Comunicato 309 del 26/02/2016

Oggi la firma fra Informatica Trentina e associazioni di categoria alla presenza del presidente Rossi

ict1

Le associazioni di categoria rappresentative delle imprese locali del settore ICT e Informatica Trentina hanno firmato oggi, sotto l’egida della Provincia autonoma di Trento, un nuovo Protocollo d’Intesa per favorire ancora maggiormente la diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione in Trentino, nella consapevolezza che il settore è strategico per la crescita competitiva del territorio. Il nuovo atto formalizza un percorso iniziato fin dal 2007, quando Informatica Trentina ha promosso con le associazioni di settore il “Sistema di collaborazione territoriale ICT”, orientato alla costituzione di una vera filiera di soluzioni e servizi informatici in Trentino. “Il Protocollo – sottolinea il governatore del Trentino Ugo Rossi – rappresenta un salto di qualità nel sistema delle relazioni fra settori pubblico e privato. Ciò è tanto più importante perché le Ict sono strategiche in primo luogo per la loro trasversalità: dalla meccatronica all’agrifood fino al mondo dei servizi, in ogni sua declinazione, le tecnologie informatiche sono portatrici di innovazioni determinanti, che riguardano tanto i prodotti e le prestazioni quanto gli stessi processi produttivi. Su questo terreno negli ultimi anni abbiamo già fatto dei passi in avanti significativi. L’intesa siglata oggi si inserisce nel quadro di un progressivo rafforzamento delle sinergie tra tutti gli attori del settore, a partire da Informatica Trentina, Trentino Sviluppo, Università e Fondazioni di ricerca, e le realtà del mondo imprenditoriale, comprese le imprese start up e gli spin off. Da esse ci attendiamo ricadute importanti sul versante economico e produttivo e benefici anche per quanto riguarda l’ammodernamento della pubblica amministrazione; questi due elementi, in una visione integrata e moderna dello sviluppo imprenditoriale, sono infatti strettamente interdipendenti”.

ict2

Un’economia innovativa è senza dubbio un’economia competitiva. Questa consapevolezza emerge anche in numerosi documenti di indirizzo della Provincia autonoma di Trento, che riconosce come le tecnologie ICT siano oramai diventate abilitanti in tutti i settori: economico, sociale, istituzionale ed amministrativo. Fondamentale risulta in questo scenario anche il ruolo della pubblica amministrazione, attraverso l’utilizzo della leva della domanda interna di innovazione. La firma di un nuovo Protocollo d’Intesa tra Informatica Trentina e le associazioni di categoria rappresentative delle imprese locali ICT – Associazione Artigiani e piccole imprese, Confcommercio, Confindustria del Trentino, Federazione della Cooperazione – è destinato a dare nuovo impulso ad uno dei settori considerati strategici per la crescita del territorio. Il Protocollo rafforza la collaborazione tra Informatica Trentina, società di sistema impegnata nella diffusione delle nuove tecnologie nel settore pubblico, chiamata, nel proprio ruolo strategico di indirizzo della domanda pubblica di innovazione, a collaborare con il mercato, e le associazioni di categoria, che da tempo hanno istituito apposite sezioni dedicate alle imprese ICT. Tra le azioni da mettere in campo, la creazione di un osservatorio permanente, che faccia emergere cluster omogenei e consenta di identificare in modo trasparente i soggetti da coinvolgere nelle diverse iniziative progettuali (invitandoli a confronti concorrenziali e gare), in coerenza con le competenze possedute e maturate. In questo modo, si mira ad assicurare ricadute sul territorio generate dalla domanda di innovazione proveniente dal sistema pubblico. Il processo è iniziato dal 2007, quando la collaborazione di sistema ha mosso i primi passi, per consentire alle imprese trentine di settore di partecipare alla realizzazione dei progetti di ammodernamento e digitalizzazione dell’amministrazione pubblica trentina. Una delle prime attività è stata la costituzione del Database delle competenze presenti sul territorio, al fine di rilevare le potenzialità offerte dalle aziende ICT trentine. Ad oggi, sono classificate nel database 140 aziende, per un totale di 4.600 addetti. Gli obiettivi sono stati formalizzati e definiti in un primo Protocollo, firmato nel 2012, con il quale si stabilivano obiettivi, modalità organizzative e operative per lo sviluppo del Sistema formalizzando le attività ed il ruolo di un apposito Tavolo della collaborazione. Altra passaggio importante, l’Atto aggiuntivo al Protocollo del 2014, con cui si qualificava ulteriormente il ruolo della Commissione tecnica quale soggetto di coordinamento e punto d’incontro fra settori pubblico e privato. In questi anni, numerose sono state le iniziative messe in campo per elevare le competenze tecnologiche e manageriali delle imprese trentine da un lato, e promuoverne l’internazionalizzazione e il coinvolgimento fattivo nel trasferimento tecnologico dall’altro. Anni di attività che hanno portato alla nascita ed al consolidamento di relazioni, sia progettuali che operative, tra le imprese e gli attori ICT trentini del mondo dell’Università e dei centri di ricerca.

Link al Comunicato PAT

Tags: , ,