Archivia per Febbraio, 2018

Turismo, un gennaio d’oro: + 8,1% gli arrivi

Comunicato 307 del 23/02/2018

Positivi anche i dati definitivi 2017 con un + 840.000 pernottamenti

Un gennaio 2018 d’oro per il turismo in Trentino quello appena trascorso, il migliore degli ultimi 11 anni. La stima dell’andamento del movimento turistico – effettuata dall’Ispat, l’Istituto statistico della Provincia – conferma i risultati molto positivi già osservati per il periodo natalizio. Gli arrivi si incrementano, infatti, dell’8,1% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente e le presenze risultano in aumento del 9,1%. Quasi un milione e mezzo il totale delle presenze alberghiere, con crescite record in alcune località, ad esempio del 24% rispetto all’anno precedente a San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi (55% in più di stranieri) grazie ai recenti ammodernamenti degli impianti e ad un investimento ancora più forte nella promozione. Al risultato positivo del mese di gennaio contribuiscono entrambi i comparti, l’alberghiero (+8% gli arrivi, +8,6% le presenze) e l’extralberghiero (+8,7% gli arrivi, +11,3% le presenze). Si tenga presente che l’ultimo periodo preso a riferimento – il gennaio 2017 – era stato comunque un anno record. Allargando lo sguardo al periodo dicembre 2017- gennaio 2018, le presenze sono state in tutto 3.047.521, di cui 2.072.444 italiani e 975.077 stranieri. Positivi anche i dati definitivi 2017 con un + 840.000 pernottamenti rispetto all’anno precedente. Nel complesso gli arrivi nel 2017 sono stati 5.993.206, le presenze 31.970.580.

Link al Comunicato PAT

Visita in Provincia del nuovo presidente della Sezione giurisdizionale della Corte dei Conti di Trento Pino Zingale

Comunicato 303 del 23/02/2018

Il nuovo presidente della Sezione giurisdizionale Corte dei Conti di Trento Pino Zingale si è recato stamani nella sede della Provincia dove ha incontrato il governatore del Trentino Ugo Rossi. Nel corso del cordiale incontro, il presidente della Provincia ha sottolineato il proficuo rapporto di collaborazione esistente fra le due istituzioni, nel rispetto delle reciproche sfere di azione, e ha augurato al presidente Zingale un buon proseguimento dei suoi importanti incarichi in questa terra di Autonomia. Zingale a sua volta ha ringraziato il Trentino per l’accoglienza riservatagli e si è detto felice di affrontare questo nuovo impegno in un territorio a cui l’Italia guarda sempre con attenzione e rispetto. Dopo l’incontro, il presidente Rossi ha partecipato all’inaugurazione del nuovo Anno Giudiziario della Corte dei Conti, tenutasi a palazzo Geremia, a Trento. Il presidente Zingale è nato a Termini Imerese nel 1958. Laureato in Giurisprudenza e poi in Scienze Politiche all’università di Palermo, giornalista pubblicista, revisore legale dei Conti, ha svolto nel corso della sua lunga carriera incarichi di responsabilità presso la Ragioneria generale dello Stato, la Magistratura tributaria, la Corte dei Conti, gli organi della giustizia sportiva della Figc. Ha al suo attivo anche un’intensa attività scientifica e pubblicistica e docenze presso università, istituti universitari e postuniversitari. Grande ufficiale al merito della Repubblica italiana, è insignito di numerose onorificenze e decorazioni.

Link al Comunicato PAT

Quattro borse di studio per discendenti emigrati di origine trentina

Comunicato 298 del 22/02/2018

Per la frequenza di corsi di laurea magistrale dell’Università degli Studi di Trento a decorrere dall’anno accademico 2018–2019

La Giunta provinciale ha oggi approvato il bando per l’assegnazione di quattro borse di studio a favore di discendenti di emigrati trentini all’estero, per la frequenza di corsi di laurea magistrale dell’Università degli Studi di Trento a decorrere dall’anno accademico 2018-2019. Le domande vanno presentate entro le ore 12 (ora italiana) di lunedì 16 aprile 2018. L’iniziativa rientra nel progetto “Università a Colori” ed intende promuovere l’accesso degli studenti stranieri all’alta formazione e alla ricerca presso l’Ateneo di Trento. Attualmente frequentano l’università di Trento 12 studenti di origine trentina, provenienti da Brasile, Bosnia Erzegovina, Bolivia, Cile, Colombia, Messico e Paraguay. Anche quest’anno quindi la Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con l’Opera Universitaria di Trento e l’Università degli Studi di Trento, indice una selezione per l’assegnazione di 4 borse di studio a favore di discendenti di emigrati trentini all’estero, per la frequenza di corsi di laurea magistrale. L’importo annuale delle borse è di 6.700 euro per studenti provenienti dall’Europa e di 7.250 euro per studenti provenienti da Paesi extraeuropei. Gli studenti alloggeranno presso una residenza dell’Opera Universitaria con tariffa alloggio a carico della Provincia e saranno esonerati dal pagamento delle tasse universitarie. Il bando è rivolto ai discendenti di emigrati trentini, residenti all’estero, che non abbiano superato i 28 anni alla data del 16 aprile 2018. Per ogni informazione si potrà contattare, presso la Provincia, la referente Lorenza Fracalossi, all’indirizzo lorenza.fracalossi@provincia.tn.it e, presso l’Università, esclusivamente per quanto riguarda l’ammissione a seguito di selezione da bando, eventuale pre-iscrizione in Ambasciata, certificati di italiano e documentazione di studio, all’indirizzo mobility-ssh@unitn.it

Link al Comunicato PAT

La Provincia fortemente impegnata per ridurre l’inquinamento atmosferico

Comunicato 291 del 21/02/2018

Fino al 23 marzo esprimi il tuo parere sulla piattaforma iopartecipo

La Provincia autonoma, attraverso il Piano per la tutela della qualità dell’aria, ha previsto e attua una serie di misure, sedici, per ridurre l’inquinamento atmosferico in Trentino. Il 16 novembre scorso, il piano è stato adottato in via preliminare dalla giunta provinciale. Ora è in corso, e si protrarrà fino al 23 marzo, la fase partecipativa. Ciò significa che ogni cittadino, ente, associazione, organizzazione può partecipare ed esprimere idee, pareri, suggerimenti in merito alle misure proposte dalla Provincia per migliorare la qualità dell’aria. Di facile utilizzo la piattaforma iopartecipo è online all’indirizzo https://pianoaria.partecipa.tn.it/ . Vi si può accedere anche dal portale della P.a.T. e da https://pianoaria.provincia.tn.it/ . La qualità dell’aria è un tema che tocca ciascuno di noi da vicino, impatta con l’ambiente dove viviamo e con la nostra salute. I contenuti del Piano sono disponibili, appunto, sul sito dedicato che fa capo all’APPA (Agenzia Provinciale Protezione Ambiente). L’assessorato all’ambiente della Provincia autonoma, con l’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente, lavorano da anni sulla qualità dell’aria in Trentino perchè la salute dei cittadini e la protezione dell’ambiente sono priorità. Il Piano per la qualità dell’aria individua strategie e misure per ridurre gli inquinanti critici agendo su 5 settori: settore civile energetico; settore trasporti e mobilità sostenibile; settore produttivo e industriale; settore agricoltura e allevamento; settore comunicazione, informazione, formazione ed educazione ambientale. Il Piano propone 10 strategie e 16 misure per ridurre le emissioni e le concentrazioni di inquinanti in atmosfera.

Settore civile energetico

Per ridurre l’inquinamento atmosferico imputabile ai consumi energetici e del riscaldamento domestico nel Piano sono state individuate due strategie: migliorare le prestazioni energetiche ed emissive degli edifici e degli impianti termici; promuovere le fonti di energia rinnovabile.

Settore trasporti e mobilità sostenibile

Per ridurre l’inquinamento atmosferico dovuto a questo settore nel Piano sono state individuate tre strategie: ridurre l’impatto sulla qualità dell’aria del trasporto privato su strada; promuovere forme di mobilità sostenibile; ottimizzare la gestione del trasporto merci.

Settore produttivo e industriale

Per ridurre l’impatto sulla qualità dell’aria di questo settore nel Piano è stata individuata una strategia: migliorare i cicli produttivi e promuovere l’applicazione delle migliori tecniche disponibili (BAT)

Settore agricoltura e allevamento

Per ridurre l’impatto sulla qualità dell’aria di questo settore nel Piano è stata individuata una strategia: ridurre il contributo emissivo del comparto agro-zootecnico.

Settore comunicazione, informazione, formazione ed educazione ambientale

Il Piano individua tre strategie volte a: migliorare la comunicazione pubblica amministrazione-cittadino sui temi legati alla qualità dell’aria; formare ed educare all’adozione di buone pratiche ambientali; creare canali di partecipazione diretta del cittadino nei processi decisionali

La Piattaforma ioartecipo è accessibile facilmente: è sufficiente una rapida iscrizione per commentare, valutare e integrare le misure proposte dal Piano della tutela qualità dell’aria oppure proporne di aggiuntive. A conclusione della fase partecipativa tutti i contributi raccolti saranno analizzati e valutati secondo criteri di pertinenza con l’impianto strategico del Piano e di coerenza con il quadro normativo di riferimento. L’elaborazione dei risultati del processo partecipativo si chiuderà con la restituzione al pubblico degli esiti del processo partecipativo. Il Piano sarà quindi adottato in via definitiva dalla giunta provinciale.

sito web: https://pianoaria.provincia.tn.it/

iopartecipo: https://pianoaria.partecipa.tn.it/

Link al Comunicato PAT