Archivia per Giugno, 2017

Trentino e Alto Adige aggiornano la flotta dei treni regionali

Comunicato 1753 del 29/06/2017

Il 5 luglio a Bolzano la consegna dei nuovi treni regionali con i presidenti Rossi e Kompatscher

Sono stati forniti a maggio gli ultimi treni Flirt e Jazz del pacchetto di 20 convogli che potenziano e aggiornano la flotta dei treni regionali in Alto Adige e Trentino in direzione di una mobilità su rotaia sempre più sostenibile. Il nuovo materiale rotabile pronto per l’esercizio e gli obiettivi dell’impegno delle due Province autonome a favore della rete locale (testimoniata anche dal marchio ombrello e dai rivestimenti interni in loden) saranno al centro della conferenza stampa in programma mercoledì 5 luglio alle ore 10 nella stazione ferroviaria di Bolzano nell’edificio a sud (ingresso da via Garibaldi 3, 1° piano). A seguire è previsto il trasferimento sul binario tronco 1A. All’appuntamento interverranno il presidente del Trentino Ugo Rossi e della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher, per Trenitalia Spa il direttore della Divisione Passeggeri Regionale Orazio Iacono e il direttore regionale Roger Hopfinger. Presente anche Walter Niedermair, ad dell’azienda Moessmer di Brunico, il lanificio che ha sviluppato lo specifico rivestimento in loden per i sedili passeggeri dei treni.

Link al Comunicato PAT

La scuola più sportiva 2017: premiati gli Istituti Comprensivi Cavalese e Trento 7 e l’ITT Marconi di Rovereto

Comunicato 1752 del 29/06/2017

In crescita il numero degli studenti partecipanti alle attività sportive organizzate dalla Provincia

Sono i Comprensivi Cavalese e Trento 7 e l’Istituto Tecnico Tecnologico “Marconi” di Rovereto ad essersi guadagnati il titolo della X edizione del Concorso “La Scuola più sportiva della provincia 2017“, rispettivamente per le categorie ragazze/i, cadette/i e allieve/i. La classifica è stata realizzata a conclusione dei Campionati Studenteschi, che, nel corso dell’anno scolastico appena concluso, hanno visto coinvolti circa 9.600 studenti delle scuole trentine. Nell’anno scolastico 2016-2017 sono state infatti ben 1.481 le squadre impegnate in 12 discipline individuali e in 12 discipline di squadra, che hanno dato luogo a 952 tra partite e gare. Queste in sintesi le cifre che hanno caratterizzato il fitto calendario riferito l’attività sportiva organizzata dal Dipartimento della Conoscenza della Provincia di Trento per ciò che concerne lo sport scolastico. Un plauso a quanti hanno partecipato arriva dal presidente e assessore all’Istruzione Ugo Rossi. “Consapevole della forte valenza educativa dello sport, la Provincia ha messo in campo in questa legislatura – commenta Rossi – un piano di interventi per potenziare l’attività sportiva nelle scuole e conferire alla stessa carattere di continuità nel corso dell’intero anno scolastico. Lo sport può aiutare i giovani nella loro crescita psicologica, emotiva, sociale, oltre che fisica. Ma non solo, siamo convinti – ha aggiunto Rossi – che la pratica sportiva nelle scuole possa contribuire ad aumentare il senso civico degli studenti, migliorare l’aggregazione, la socializzazione e anche l’inclusione”. Primi classificati per le Scuole secondarie di primo grado sono risultati l’IC Cavalese (categoria ragazze/i) e l’IC Trento 7 (categoria cadette/i), mentre nella categoria allieve/i riferita alle Scuole secondarie di secondo grado è risultato vincitore l’Istituto Tecnico Tecnologico “Marconi” di Rovereto. Per quanto riguarda il dettaglio della classifica il punteggio più alto della categoria ragazze/i se l’è aggiudicato l’Istituto Comprensivo Tione, già vincitore lo scorso anno con 116 punti, che ha dovuto cedere il primo premio all’Istituto Comprensivo Cavalese, secondo classificato con 111 punti, poiché il regolamento non consente di attribuire il primo premio per due anni consecutivi alla stessa scuola. Lo svolgimento dei Campionati si è svolto con il supporto organizzativo dello student’s staff costituito dagli studenti dei licei sportivi Martino Martini di Mezzo lombardo e Rosmini di Rovereto. Un’occasione imperdibile, per i futuri professionisti dello sport, per capire da vicino cosa significa organizzare un evento sportivo. Novità di questa edizione l’assegnazione, a cura del Panathlon Club Trento, del premio “La squadra del sorriso” attribuito quest’anno all’Istituto d’Arte “Vittoria-Bonporti” per l’entusiasmo e la lealtà che ha contraddistinto la partecipazione degli allievi. 3 i Premi Fair Play assegnati dal Panathlon Club Trento: a Mariachiara Corso dell’Istituto “La Rosa Bianca” di Cavalese, per aver sostenuto attivamente le iniziative di solidarietà in favore di una delegazione di Amatrice ospite a Cavalese; a Stefani Zapryanova dell’Istituto “L. Da Vinci” di Trento, per aver fermato volontariamente uno scambio per soccorrere un’avversaria e ad Andrea Laddomata, per il comportamento leale mantenuto durante una partita di Calcio a 5. La chiusura dei Giochi studenteschi di quest’anno è stata anche l’occasione per tracciare un bilancio delle attività organizzate nell’ultimo triennio dal settore di Educazione Fisica e Sportiva del Dipartimento della Conoscenza. Sono stati registrati incrementi significativi tra i partecipanti, soprattutto nelle categorie ragazze e ragazzi. Hanno partecipato alle fasi successive a quelle d’istituto 9.608 alunni di cui 5.212 maschi e 4.396 femmine. Sono state formate 1.481 squadre di cui 789 maschili e 683 femminili. Le 17 manifestazioni provinciali si sono sviluppate nelle varie categorie attraverso 144 gare. Complessivamente sono state attivate 24 discipline delle quali 12 di squadra e 12 individuali che hanno dato seguito a 952 gare e partite. Dal punto di vista logistico sono stati ben 326 i pullman organizzati per lo spostamento degli studenti. Inoltre, per quanto riguarda le classi quinte della scuola primaria, il progetto di “Alfabetizzazione Sportiva”, grazie ai corsi di aggiornamento frequentati da 273 insegnanti, ha coinvolto 26 istituti, 52 plessi e 58 classi. Sono state organizzate manifestazioni di Promohandball, Promocalcio e Promosport alle quali hanno partecipato complessivamente più di 900 alunni.

Link al Comunicato PAT

“L’urbanistica è segno distintivo della nostra identità e delle bellezza del Trentino”

Comunicato 1731 del 27/06/2017

Il presidente Ugo Rossi e l’assessore Carlo Daldoss hanno partecipato stamani al primo incontro pubblico di presentazione del nuovo regolamento urbanistico – edilizio

“L’identità di una terra passa sì attraverso la tradizione culturale e la sua storia, ma anche attraverso il rapporto che la popolazione tesse con il territorio. La bellezza del territorio è la risorsa primaria che abbiamo a disposizione e la giunta provinciale ha lavorato in questi anni per garantirne la tutela. Il nuovo regolamento urbanistico rappresenta un esempio virtuoso di questa attività”. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, e l’assessore provinciale all’urbanistica, Carlo Daldoss, hanno partecipato stamani presso le Cantine Meridiane di Trento Sud, al primo incontro di presentazione del nuovo Regolamento urbanistico – edilizio. Davanti ad una sala gremita di tecnici e professionisti, il presidente e l’assessore hanno presentato le novità di un regolamento già ampiamente condiviso con professionisti e con il territorio, ma soprattutto hanno ribadito il percorso seguito dall’esecutivo in questi anni per cambiare l’urbanistica in Trentino. “Fin dal primo momento – ha ricordato il presidente Rossi – ci siamo ripromessi di cambiare paradigma: in Trentino vivono 530 abitanti e contiamo 330 mila abitazioni. Lo squilibrio è evidente. In questi anni non abbiamo fatto miracoli ma abbiamo lavorato per cambiare un approccio così da garantire lavoro, investimenti e competitività. I risultati sono davanti a voi”. Il primo incontro pubblico sul nuovo regolamento urbanistico – edilizio è servito ad illustrare le novità dello strumento di gestione del territorio: semplificazione delle procedure, stabilità del quadro normativo, condivisione degli obiettivi e degli strumenti, innovazione, risparmio del territorio e tutela della bellezza di un territorio unico nel suo genere. “L’urbanistica – ha esordito il presidente Ugo Rossi – è stata al centro dei lavori di questa legislatura, che è coincisa con il periodo di crisi profonda del comparto edilizio. Se l’imperativo deve essere lo sviluppo, questo deve essere condizionato ed orientato al tema della sostenibilità ambientale e paesaggistica”. Il percorso verso il nuovo Regolamento urbanistico – edilizio è partito dalla volontà di semplificare il quadro normativo di riferimento: “Abbiamo voluto fortemente semplificare perché crediamo che solo così potremo creare valore per chi investe nel settore. Inoltre abbiamo uniformato i criteri urbanistici in tutto il Trentino. La sfida è stata quella di non trasformare il criterio dell’uniformità in rigidità. La scelta, ne siamo convinti, consentirà ai professionisti e alle imprese di creare logiche di innovazione e di valorizzazione delle professionalità di coloro che quotidianamente si occupano di edilizia e urbanistica”. Secondo Rossi, le nuove norme recuperano “l’idea e il valore” del bello: “Progettare bene garantisce un valore aggiunto per il Trentino perché il territorio è il bene primario su cui si basano altre attività economiche, prima tra tutte il turismo”. Dal canto suo, l’assessore provinciale all’urbanistica, Carlo Daldoss ha passato in rassegna tutti gli aspetti caratterizzanti del nuovo pacchetto normativo, entrato in vigore lo scorso 7 giugno. “Iil regolamento – ha spiegato Daldoss – assicura un testo coordinato di tutte le disposizioni urbanistico-edilizio provinciali, con immediata efficacia e prevalenza rispetto a quelle contenute nei piani regolatori comunali”. In concreto, si è assicurata l’uniformità sul territorio, superando la frammentarietà delle fonti e della disciplina. “Inoltre – ha aggiunto l’assessore – abbiamo ulteriormente specificato e dato concreta operatività alle finalità e ai principi ispiratori della legge provinciale per il governo del territorio (numero 15 del 4 agosto 2015, ndr.), tra i quali figurano riproducibilità, qualificazione, valorizzazione delle risorse territoriali e sussidiarietà, partecipazione e valutazione nei procedimenti di pianificazione, sviluppo sostenibile attuato attraverso il risparmio del territorio e l’incentivazione della riqualificazione e del recupero degli insediamenti esistenti”. In generale, l’impatto – secondo Daldoss – è di grande semplificazione, di uniformità di applicazione sull’intero territorio provinciale, oltre che di innovazione su alcuni aspetti importanti: “Ad esempio – ha aggiunto l’assessore -, si passa dalla superficie utile lorda alla superficie utile netta, così come sono state individuate nuove modalità di opere che sono soggette ad autorizzazione in deroga”. Tra le innovazioni citate rientrano i parcheggi, per i quali sono state ampliate le zone e per i quali non sarà più necessario pagare degli oneri per la loro costruzione. “Oggi – ha concluso l’assessore – possiamo affermare di aver completato il percorso iniziato con la legge urbanistica. Il nostro ringraziamento va a voi e a tutti coloro i quali hanno contribuito a raggiungere questo importante risultato”. Il prossimo incontro di presentazione è previsto nella mattinata del 4 luglio presso la sede del Consorzio dei Comuni, in via Torre Verde 23, a Trento. Ulteriori informazioni sul nuovo regolamento urbanistico – edilizio sono consultabili all’indirizzo: https://www.ufficiostampa.provincia.tn.it/Comunicati/Approvato-il-Regolamento-urbanistico-edilizio

Link al Comunicato PAT

Presidente Rossi e assessore Daldoss al I° incontro del seminario sul nuovo regolamento edilizio provinciale

Comunicato 1727 del 27/06/2017

Martedì 27 giugno ore 9.30, Sala Conferenze Cantina Le Meridiane

Le innovazioni, specie nell’ambito amministrativo, hanno bisogno di essere comprese bene per evolvere poi in buone pratiche. Per questo, Provincia autonoma – assessorato coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa e Consorzio dei Comuni propongo un’occasione speciale di formazione in merito al nuovo Regolamento urbanistico-edilizio provinciale. Al primo incontro del seminario, programmato su due giorni (27 giugno e 4 luglio), saranno presenti sia l’assessore competente Carlo Daldoss, sia il presidente Ugo Rossi. L’appuntamento è fissato per martedì 27 alle 9.30 presso la Sala Conferenze della Cantina Le Meridiane di Trento. All’introduzione dei lavori parteciperà anche il presidente del Consorzio dei Comuni Paride Gianmoena. Destinatari della formazione, personale dirigenziale e tecnico delle amministrazioni locali e liberi professionisti iscritti a tutti gli ordini professionali che si intersecano con la materia urbanistica.

Link al Comunicato PAT