Archivia per Maggio, 2017

Le difensore civiche dell’Euregio si uniscono, superando i confini

Comunicato 1317 del 26/05/2017

Sotto l’ombrello euroregionale le tre difensore civiche del Tirolo, dell’Alto Adige e del Trentino, intendono mettersi in rete in maniera transfrontaliera. Con questo fine ha avuto oggi luogo a Bolzano un incontro tra Gabriele Morandell dell’Alto Adige, Maria Luise Berger del Tirolo e Daniela Longo del Trentino e il vertice bolzanino di Euregio, per gettare le basi di una futura cooperazione. “Anche la difesa civica è soggetta ai cambiamenti del nostro tempo – questo sottolinea Gabrilele Morandell a margine del primo incontro – e di conseguenza anche questa istituzione deve ampliare il proprio orizzonte e adeguarsi a quelle che sono le nuove richieste e necessità. Assume in questo quadro un’ importanza massima scambiare confronti ed esperienze con le colleghe, anche oltre confine”. “In particolare, è oggi necessario aumentare e costruire competenze sul diritto di partecipazione die cittadini e sulla trasparenza – così Maria Luise Berger, difensora civica in Tirolo – . Il cittadino di oggi è diventato più consapevole e più critico e esige più diritti, proprio in tema di partecipazione. Il senso di giustizia si è accresciuto – in riferimento in particolare a casi di percepita ingiustizia subita. Ciò è dimostrato, da una parte, dalla costante crescita del numero di ricorsi, dall’altra dalle richieste di assistenza/consulenza”. “Guardando anche soltanto agli ultimi due anni, in Alto Adige si é registrato un incremento di un terzo delle richieste di consulenza – così la difensora civica Morandell – . I ricorsi attengono in prima linea a problemi con il Comune di residenza e con la Amministrazione provinciale in senso lato, compresa l’Azienda sanitaria. I temi riguardanti i Comuni ruotano attorno ai punti critici delle concessioni edilizie, degli indennizzi da esproprio e di aspetti legati all’Ufficio anagrafe. Per quanto riguarda invece l’Amministrazione provinciale, giungono molti ricorsi rispetto alle agevolazioni edilizie o rispetto a temi sociali come sussidi o altri aiuti sociali di carattere economico, rispetto, da ultimo, alla sanità attengono a presunti errori medici, rimborso di spese mediche, comprese domande di esenzione Ticket”. “Dalla nuova messa in rete delle difensore civiche dell’Euregio ci attendiamo un rinnovato impulso, l’essere più pronti a superare le sfide di un tempo di cambiamento, con parole chiave come integrazione di nuovi concittadini. Vogliamo inoltre migliorare la modalità di trattazione dei ricorsi che ci pervengono”, questo sottolinea Daniela Longo, difensora civica trentina. La difesa civica in Trentino si occupa di moltissime criticità nel settore pubblico. Le più frequenti riguardano il territorio e l’ambiente, per cui la difesa civica frequentemente si deve occupare di urbanistica, viabilità e edilizia abitativa agevolata. L’Ufficio comune Euregio svolgerà anche in questo ambito una funzione di coordinamento con il fine di mostrare tutte le possibilità di cooperazione sul tema della difesa civica nell’Euregio, di consentire di imparare dalle differenze procedurali e di porre in luce ciò che invece è comune.

Link al Comunicato PAT

Società pubbliche: nomine a Trentino Network, Aeroporto Caproni e Trentino Trasporti

Comunicato 1308 del 26/05/2017

Dopo le nomine della scorsa settimana, nella seduta di oggi la Giunta provinciale di Trento si è espressa in merito alle designazioni per il rinnovo dei Consigli di amministrazione di alcune altre società a partecipazione pubblica: Trentino Network, Aeroporto Caproni, Trentino Trasporti e Trentino Trasporti esercizio. Per quanto riguarda Trentino Network, è stato confermato l’attuale Consiglio di amministrazione, composto da Alessandro Zorer Andrea Bertuolo e Manuela Seraglio Forti. Per quanto riguarda il Collegio sindacale, confermato il presidente Laura Pedrotti, assieme a Cristina Camanini e Christian Pola, mentre entrano Marco Viola e Emanuele Franzoia. Confermato inoltre l’amministratore unico di Aeroporto Caproni spa Davide Leonardi, nonché l’attuale Collegio sindacale con Sandro Beretta (presidente), Maddalena Carollo e Claudia Degasperi e i supplenti Paolo Decaminada e Maria Letizia Paltrinieri. Per quanto riguarda infine i cda di Trentino trasporti e Trentino Trasporti Esercizio, confermata la presidente Monica Baggia. Nel dettaglio, a Trentino Trasporti, oltre alla presidente la Giunta ha confermato Davide Leonardi e Marco Cattani, il Consiglio delle Autonomie Locali Maria Bosin mentre il Comune di Trento ha nominato Giulio Rugirello. Infine, a Trentino Trasporti Esercizio la Giunta ha confermato di nuovo Leonardi e Cattani, il Consiglio delle Autonomie Locali Bosin e il Comune di Trento ha designato Rugirello.

Link al Comunicato PAT

Scuola: riaprono le graduatorie di istituto del personale docente della scuola a carattere statale

Comunicato 1304 del 26/05/2017

Le domande entro le ore 14 del 5 luglio

Le graduatorie di istituto attualmente in vigore scadranno il 31 agosto prossimo. Per questo motivo la Giunta provinciale ha approvato oggi, su proposta del governatore Rossi, un provvedimento che stabilisce i termini e le modalità per l’inserimento nelle graduatorie di istituto per il triennio 2017-2020. Tutti gli aspiranti docenti, compresi anche quelli già inseriti nel triennio 2014-2017, dovranno presentare la domanda dichiarando i titoli per i quali richiedono la valutazione. Le domande potranno essere presentate dalle ore 9.00 del 6 giugno 2017 alle ore 14.00 del 5 luglio 2017. La Giunta provinciale ha approvato oggi il bando relativo ai termini e alle modalità per la presentazione delle domande per la formazione delle graduatorie d’istituto del personale docente per il triennio scolastico 2017-2020. La domanda potrà essere presentata sia dagli aspiranti abilitati, per l’inserimento nella II fascia, sia da aspiranti in possesso del solo titolo di studio previsto dalla normativa statale, per l’inserimento nella III fascia. Gli aspiranti docenti inseriti esclusivamente nelle graduatorie provinciali per titoli che intendono inserirsi nella I fascia delle graduatorie d’istituto, dovranno invece compilare solamente la sezione G relativa alla scelta delle istituzioni scolastiche. Il provvedimento prevede contestualmente anche l’approvazione della nuova tabella di valutazione. Tra le novità figurano: l’assegnazione di un punteggio specifico per il servizio prestato presso gli Istituti di formazione professionale della provincia di Trento che passa da 6 a 9 punti; l’adozione della medesima tabella anche per gli insegnamenti relativi all’ambito musicale; la valorizzazione del servizio prestato a seguito dello scorrimento degli elenchi CLIL attraverso il riconoscimento dello specifico punteggio e l’assegnazione di un punteggio aggiuntivo per tutti di docenti in possesso della certificazione metodologia CLIL conseguita presso l’IPRASE. La domanda può essere presentata dalle ore 9.00 del 6 giugno 2017 entro le ore 14.00 del 5 luglio 2017esclusivamente attraverso la procedura informatica Istanze OnLine presente sul sito internet del Ministero www.istruzione.it. Sul portale della scuola in Trentino www.vivoscuola.it, alla pagina “Concorsi personale della scuola”, a partire dal 30 maggio saranno consultabili tutti i documenti, ed a partire dalle ore 9.00 del 6 giugno sarà attivo il link per la presentazione dell’istanza.

Link al Comunicato PAT

Provincia e Comune di Pergine Valsugana, assieme per il rilancio

Comunicato 1303 del 26/05/2017

Approvato un protocollo d’intesa

Il rilancio economico, turistico e sociale di un territorio passa anche attraverso importanti investimenti in infrastrutture pubbliche, come una scuola e un centro natatorio, e il potenziamento dell’offerta di servizi in ambito sanitario. Perché questi obiettivi possano tradursi in realtà la Provincia autonoma di Trento e il Comune di Pergine Valsugana si impegnano a collaborare con un protocollo d’intesa, il cui schema è stato approvato oggi dalla Giunta provinciale su proposta del presidente Ugo Rossi. Per arrivare il prima possibile alla progettazione e realizzazione del nuovo compendio scolastico sovracomunale e del nuovo centro natatorio nel Comune di Pergine Valsugana, ritenuti interventi prioritari, si faranno azioni di razionalizzazione e valorizzazione del patrimonio pubblico immobiliare, di proprietà comunale e provinciale. Per questo sarà istituito un tavolo tecnico, composto da rappresentanti di Comune, Provincia e Patrimonio del Trentino S.p.a., che dovrà valutare, anche dal punto di vista finanziario e del reperimento delle risorse, gli interventi necessari e le modalità esecutive. Dovrà in particolare individuare i beni immobili oggetto di riqualificazione e valorizzazione, farne la stima e sceglierne la futura destinazione. Tra gli edifici che saranno oggetto di valutazione vi sono queste proprietà comunali: Scuola Media “C. Andreatta” in Via Dolomiti, Asilo Nido e Scuola Materna G. B. 2 in Via Montessori, “ex Pretura” in Via III Novembre, Biblioteca in Piazza Serra, “ex Silvelox” in Via Caduti, area ed edifici dell’attuale piscina comunale in via Marconi. Di proprietà provinciale, e oggetto anche questi dell’analisi del tavolo tecnico, sono invece “ex Villa Rosa” in loc. Maso Grillo, Distretto sanitario in Via San Pietro, ex mensa nel parco tre Castagni, ex lavanderia nel compendio dell’ex ospedale psichiatrico, “ex Artigianelli” nella Frazione di Susà, Palazzo Crivelli in Via Maier. Ma quello che si vuole fare è anche promuovere il territorio di Pergine e della Valsugana incentivando settori economici alternativi a quello industriale e produttivo, quali l’ambito turistico-ricettivo, con uno sguardo privilegiato all’offerta di vacanze attive, sfruttando le potenzialità di un territorio che offre lago, montagna e campagna. Si vuole anche sviluppare l’offerta di servizi in ambito sanitario, in particolare qualificando il Presidio sanitario Villa Rosa, implementando la sua importanza quale Centro di riferimento ad alta specializzazione nel settore delle attività riabilitative provinciali e come centro qualificato di ricerca e sperimentazione. L’edificio attualmente adibito ad ospitare le scuole medie è datato e dovrebbe essere sottoposto ad interventi di demolizione e ricostruzione. La realizzazione di una nuova struttura sembra la soluzione da preferire sia dal punto di vista della fattibilità tecnica che della sostenibilità economica. Un nuovo centro natatorio consentirebbe inoltre di rispondere meglio alle esigenze della popolazione non solo del Comune di Pergine Valsugana ma anche residente nel circondario. Tra gli interventi che si considerano prioritari vi sono poi la riqualificazione e valorizzazione del Lago di Caldonazzo, il potenziamento e l’elettrificazione della linea ferroviaria della Valsugana, la definizione degli interventi per la messa in sicurezza, il potenziamento e l’ultimazione dei percorsi ciclabili dalla località San Cristoforo verso Pergine Valsugana e poi verso Trento.

Link al Comunicato PAT