Archivia per Aprile, 2017

“Tour of the Alps” dell’Euregio ai blocchi di partenza

Comunicato 866 del 13/04/2017

Al via il prossimo lunedì di Pasquetta su un percorso da Kufstein a Trento

Il prossimo lunedì di Pasquetta parte il “Tour of the Alps”, nuovo evento ciclistico che si snoderà su un percorso da Kufstein a Trento. Dal 17 al 21 aprile saranno 18 le squadre che affronteranno le affascinanti e impegnative tappe in tutto il territorio euroregionale, dal Tirolo, all’Alto Adige al Trentino. Per il presidente dell’Euregio, Ugo Rossi il Tour of the Alps consolida la crescita unitaria della comunità costituita dai tre territori dell’Euregio. Tra queste squadre anche la nazionale italiana. “Tra i moltissimi ambiti sui quali Tirolo, Alto Adige-Südtirol e Trentino hanno sviluppato in questi anni la propria stretta collaborazione in seno all’Euregio – sottolinea il presidente Rossi – non poteva mancare quello sportivo, e il Tour of the Alps è l’evento agonistico che più di altri incarna la comune volontà di questi ‘territori fratelli’ di promuovere se stessi valorizzando in un’unica cornice, oltre a quelle organizzative e paesaggistiche, anche le proprie eccellenze sportive. Con questa prima edizione del Tour of the Alps, vogliamo affermare l’idea di una grande corsa ciclistica europea che ai suoi assoluti motivi agonistici unisce il forte valore identitario di tre territori che hanno deciso di giocare, insieme, un ruolo da protagonisti nel percorso di crescita verso una nuova Europa delle Regioni”. Il presidente Arno Kompatscher, nell’auspicare che “il Tour of the Alps diventi un successo nel panorama delle corse ciclistiche, tanto da divenire una Classica”, ha ricordato che “l’Euregio è una comunità che condivide natura, storia e cultura, e così anche lo sport, che è un elemento che unisce e permette di superare i confini”. Sotto il simbolo dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, il Tour of the Alps raccoglie l‘eredità di 40 anni di successo del Giro del Trentino: la nuova gara (categoria nella classifica internazionale dell’UCI, 2HC) vanta un impegnativo percorso di 831,6 chilometri, attraverso l’Euregio. Il tracciato del Tour of the Alps toccherà le tre capitali dell’Euregio, Innsbruck in Tirolo, Bolzano in Alto Adige e Trento in Trentino. Le prime due tappe si disputeranno nel Tirolo del Nord, la terza invece raggiungerà l’Alto Adige. Si partirà da Villabassa in Val Pusteria. Attraverso il Passo delle Erbe si salirà verso l’Alpe di Rodengo, che viene affrontata per la prima volta e la tappa conoscerà il suo vincitore a Funes. La quarta tappa partirà da Bolzano, in Alto Adige e si snoderà in Trentino, lungo la Val di Non, fino al traguardo di Cles. La tappa finale del “Tour of the Alps” rappresenterà una sfida non semplice per i corridori che li porterà a conoscere il primo vincitore della corsa nel finale del 21 aprile a Trento. Per la buona riuscita del progetto comune i tre enti territoriali preposti al marketing territoriale, Tirol Werbung, IDM Alto Adige e Trentino Marketing, hanno collaborato strettamente tra loro sul piano operativo e della comunicazione. Di seguito uno sguardo alle tappe del 1. Euregio Tour of the Alps 2017: tappa, lunedì, 17. Aprile: Kufstein – Innsbruck/Hungerburg, 142,3 km; tappa, martedì, 18. Aprile: Innsbruck – Innervillgraten, 181,3 km; tappa, mercoledì, 19. Aprile: Villabassa – Funes, 143,1 km; tappa, giovedì, 20. Aprile: Bolzano – Cles, 165,3 km; tappa, venerdì, 21. Aprile: Smarano – Trento, 199,6 km. Per informazioni più dettagliate: https://tourofthealps.eu/it

Link al Comunicato PAT

In arrivo contributi per i Comuni che attivano azioni per le famiglie

Comunicato 862 del 13/04/2017

Approvati oggi dalla Giunta provinciale su proposta del presidente Rossi i criteri per l’erogazione

La Giunta provinciale, su proposta del presidente Ugo Rossi, ha approvato oggi i criteri per la concessione dei contributi a favore dei Comuni certificati “Family in Trentino” che, all’interno del Piano comunale per le politiche famigliari, realizzino interventi a sostegno delle famiglie. Il provvedimento, valido per il triennio 2017/2019, contempla sia azioni di formazione a sostegno della genitorialità o della relazione di coppia sia aiuti economici. La delibera approvata oggi dalla Giunta provinciale costituisce un ulteriore tassello dell’articolato quadro normativo e di policy a supporto delle famiglie trentine che accanto a Distretti, Family audit, Marchio family e altri dispositivi specifici (come la Family card avviata a gennaio), va a coinvolgere e a sostenere ulteriormente i Comuni certificati, valorizzando ancor più l’impegno dei territori su questi temi. Inoltre, a partire dalla consapevolezza della crescita della fragilità relazionale a più livelli, il provvedimento allarga lo spettro di azione annoverando percorsi di formazione a sostegno della genitorialità e della relazione di coppia, includendo così anche l’elemento affettivo-relazionale. La delibera, infatti, ha approvato i criteri per la concessione di contributi a favore dei Comuni certificati “Family in Trentino” che, per il triennio 2017/2019, all’interno del Piano comunale per le politiche familiari, abbiano realizzato azioni a sostegno delle famiglie residenti. Il provvedimento considera sia interventi economici sia, per l’appunto, azioni mirate alla promozione di occasioni di formazione a sostegno della genitorialità e/o della relazione di coppia. Il contributo complessivo (a misura fissa e a fondo perduto) è destinato ai Comuni certificati “Family in Trentino” ed è assegnato annualmente in base alla numerosità della popolazione residente andando da un minimo di 1.000,00 euro per le realtà più piccole fino a un massimo di 5.000,00 euro per i due centri maggiori, Trento e Rovereto. Le richieste devono essere presentate all’Agenzia per la Famiglia, la natalità e le politiche giovanili. Per l’anno 2017 devono essere presentate entro 60 giorni dalla data di approvazione di questo provvedimento; per gli anni 2018 e 2019, invece, la richiesta andrà fatta entro il 31 marzo. Il modulo sarà disponibile a breve, a seguito di specifico provvedimento del Dirigente dell’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili e sarà reperibile sul sito: www.trentinofamiglia.it Il progetto è cofinanziato dalla Regione con le somme finora recuperate dai vitalizi dei consiglieri e confluite in un apposito Fondo regionale famiglia e occupazione, pensato per sostenere iniziative di carattere sociale, conformemente ai programmi e agli obiettivi delle due Provincie autonome.

Link al Comunicato PAT

Istituti di formazione professionale provinciali: indetta una selezione pubblica per il personale insegnante

Comunicato 861 del 13/04/2017

La selezione è finalizzata all’aggiornamento delle graduatorie per assunzioni a tempo determinato

È indetta una selezione pubblica per l’accesso al lavoro a tempo determinato del personale insegnante degli istituti di formazione professionale della Provincia autonoma di Trento, per il biennio formativo 2017/2018 – 2018/2019. La selezione è volta alla formazione di una pluralità di graduatorie, divise per ambito disciplinare, nelle quali saranno inclusi gli aspiranti in possesso dei titoli di studio richiesti. Il Bando approvato oggi dalla Giunta provinciale disciplina le modalità di inserimento nelle graduatorie per titoli per le assunzioni a tempo determinato del personale insegnante degli Istituti di Formazione professionale della Provincia Autonoma di Trento, con sedi in Trento, Rovereto e Levico Terme, valide per il biennio formativo 2017/2018 e 2018/2019. Per l’inserimento nelle graduatorie dell’area culturale è prevista la selezione per titoli. Per l’area tecnico-professionale i candidati, inseriti in graduatoria sempre in base ai titoli, dovranno superare anche una prova pratica e un colloquio della durata di 45 minuti. Il colloquio prevede una lezione simulata, preceduta dall’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche e metodologiche compiute. La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere compilata e presentata con modalità online, collegandosi al portale tematico della scuola trentina www.vivoscuola.it nell’apposita area dedicata: “CONCORSI Personale della scuola”, entro il termine di trenta giorni dalla data di pubblicazione del bando sul Bollettino ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol. L’accesso alla domanda online dovrà avvenire tramite la Carta Nazionale dei servizi (CNS) o la Carta Provinciale dei servizi (CPS) oppure tramite SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Link al Comunicato PAT

Scuola: in arrivo il pagamento degli scatti di anzianità maturati dai docenti nel 2016

Comunicato 860 del 13/04/2017

Stanziati 2.600.000 euro

2.600.000 euro sono stati stanziati oggi dalla Giunta provinciale, su proposta del presidente Ugo Rossi, per il finanziamento delle posizioni retributive maturate nel 2016 dal personale docente della scuola trentina a carattere statale. Le risorse vanno a finanziarie sia gli aumenti a regime che le competenze arretrate per circa 800 insegnanti. Il trattamento economico del personale docente prevede una progressione di carriera con aumenti automatici distribuiti in 6 fasce di anzianità. L’aumento annuo lordo pro capite, per 12 mensilità, dipende ovviamente dalla qualifica e dalla fascia di anzianità e varia da un minimo di euro 1.339 ad un massimo di euro 2.987.

Link al Comunicato PAT