Archivia per Giugno, 2016

Rossi: “Università figlia di un territorio piccolo ma ambizioso”

Comunicato 1376 del 21/06/2016

Questo pomeriggio al Muse l’Assemblea aperta di Ateneo

università

Puntare ad sempre maggiore numero di iscrizioni da parte degli studenti trentini, aiutare la futura classe dirigente a farsi interprete dei valori autentici dell’autonomia, che non è un privilegio ma qualcosa di utile al territorio e al Paese, continuare sulla strada dell’internazionalizzazione: sono queste per il governatore Ugo Rossi le sfide che l’ateneo trentino deve affrontare, sapendo di poter contare sul sostegno della comunità e delle istituzioni, nel solco delle scelte lungimiranti di 50 anni fa. Il presidente ne ha parlato in apertura dell’Assemblea aperta di Ateneo, convocata al Muse questo pomeriggio. All’appuntamento è intervenuta anche l’assessora provinciale all’università e ricerca Sara Ferrari che ha evidenziato l’importanza di far parte di un sistema, per essere competitivi nel mondo. “Siamo grati e orgogliosi dei risultati della nostra università – ha detto Rossi – che è figlia di un territorio piccolo ma ambizioso”. “Più è forte il legame tra comunità, università e centri di ricerca – ha detto l’assessora Ferrari – maggiori sono le ricadute a vantaggio di tutti. E’ importante far comprendere come la presenza dei centri dove si fa ricerca e alta formazione ha contribuito a costruire la credibilità che oggi il territorio vanta e può spendere, con importanti concreti risultati in termini di benessere”. L’Assemblea aperta di Ateneo, lo ha ricordato il presidente dell’Università Innocenzo Cipolletta, è l’occasione, prevista dallo statuto, con cui l’istituzione si confronta con il territorio e la comunità. L’argomento scelto quest’anno è stata la cultura, per questo è sembrato naturale riflettere anche del rapporto tra l’Università e gli attori culturali pubblici e privati espressi proprio dal territorio. Marco Andreatta, il presidente del Muse, ha sottolineato lo stretto rapporto che c’è tra l’attività del museo è quella dell’ateneo. La comunità locale, è stato ribadito, ha scelto di investire in ricerca, cultura e innovazione come strumento per assicurare lo sviluppo e uscire dalla crisi. Il sindaco di Trento Alessandro Andreatta ha ricordato la candidatura di Trento a città della cultura 2018. La nostra, ha detto, è un’università aperta e collegata con il territorio, assieme al quale è cresciuta. Trento, ha aggiunto, è città di cultura, conoscenza, città storica, turistica, d’arte, universitaria, sede di centri di ricerca, luogo di eventi importanti. In chiusura sono intervenuti anche il presidente del Consiglio degli studenti Lorenzo Varponi e il rettore Paolo Collini.

Link al Comunicato PAT

Da domani gli esami di maturità per 3.859 studenti della scuola trentina

Comunicato 1375 del 21/06/2016

L’augurio del governatore Rossi

“La maturità rappresenta una tappa molto importante nella carriera di ogni studente e segna in un certo senso il passaggio a una nuova fase della vita. Auguro a tutti gli studenti trentini di affrontare l’esame di maturità con serenità e fiducia. Il nostro obiettivo è stato e sarà quello di migliorare sempre più la già buona qualità della nostra scuola, per fornire a ognuno di voi gli strumenti per realizzare le vostre aspirazioni e i vostri sogni. L’augurio è che possiate concludere con soddisfazione questo percorso, per affrontare con rinnovato slancio le sfide che vi siete prefissati e raggiungere i meritati traguardi”. Così il governatore Ugo Rossi nel rivolgere un saluto agli studenti trentini che domani affronteranno la prima prova degli esami di maturità. Ecco in sintesi i numeri che riguardano gli studenti coinvolti: sono 3.336 per le scuole a carattere statale, 316 per quelle paritarie e 207 per i corsi serali gli studenti che domattina affronteranno il primo scritto della prova di maturità; 131 gli studenti non sono stati ammessi all’esame. Per quanto riguarda gli indirizzi scolastici 2.079 provengono dal liceo, 766 dal tecnico, 879 dal tecnologico e 135 dal professionale. Si tratta del 97,62% degli studenti che hanno frequentato la classe quinta. Di seguito il dettaglio riferito alle percentuali degli ammessi all’esame nei diversi tipi di scuola con la distinzione tra i corsi diurni e serali: Liceo 98,64% (diurno) 75% (serale); Tecnico 96,60% (diurno) 74% (serale); Professionale 94,50% (diurno) 59% (serale). Come da calendario nazionale si inizia con la prova di italiano, mentre giovedì sarà la volta della prova di indirizzo.

Link al Comunicato PAT

Progetto “Co-manager”: il punto

Comunicato 1364 del 20/06/2016

Conferenza stampa mercoledì 22 giugno, alle ore 11.00, in sala Belli del palazzo della Provincia

Pochi giorni fa la Giunta provinciale, con un provvedimento a firma del presidente Ugo Rossi e dell’assessora alle pari opportunità Sara Ferrari, ha adottato il profilo di qualificazione per “Co-manager”, individuando quali sono le competenze richieste a chi vuole ottenere quel titolo e quali sono le procedure da seguire per il rilascio. Di queste novità si parlerà mercoledì 22 giugno, alle ore 11.00, nella sala Belli del palazzo della Provincia. Alla conferenza stampa, che offrirà anche l’opportunità per fare il punto in generale sullo stato di attuazione del progetto “Co-manager”, parteciperanno l’assessora Sara Ferrari e le rappresentanti dei settori economici coinvolti dall’iniziativa. Il provvedimento adottato rappresenta un passaggio importante per qualificare e diffondere maggiormente il progetto “Co-manager”. Durante l’incontro saranno presentate esperienze concrete già svolte nell’ambito di questa iniziativa.

Link al Comunicato PAT

Patrimonio del Trentino: 128 milioni per investimenti immobiliari

Comunicato 1354 del 17/06/2016

Approvato dalla Giunta provinciale il programma 2016/2018

128 milioni di euro per investimenti immobiliari sul territorio nel triennio 2016-2018. E’ quanto prevede il programma di attività di Patrimonio del Trentino SpA, approvato oggi dalla Giunta provinciale su proposta del presidente Ugo Rossi. Fra i numerosi investimenti di rilievo si segnalano: il piano attuativo per l’area ex Italcementi, già acquisita nel 2015, da presentare al Comune di Trento; il proseguimento dei lavori per il nuovo presidio ospedaliero di Mezzolombardo, che presenta un costo complessivo di 23 milioni di euro; l’ampliamento del polo fieristico e congressuale di Riva del Garda per un importo di circa 69,2 milioni di euro. Nel 2016 partiranno le gare d’appalto per il palacongressi e, a seguire, per palasport e palafiere; la realizzazione del nuovo municipio di Levico Terme con investimenti pari a circa 7 milioni e la realizzazione di una nuova struttura per disabili a Caldes per un investimento di 1,8 milioni. Nel programma delle attività anche il progetto con il quale si intende creare un unico database geolocalizzato degli immobili pubblici, che metta in evidenza tutte le proprietà, gli utilizzi e le eventuali valorizzazioni da offrire al mercato. Si tratta di uno strumento che permetterà una gestione più efficace del patrimonio, attraverso una regia unica che favorirà anche la ricerca di nuove strade, in parte già intraprese da Patrimonio del Trentino, come quella delle permute da inserire nei bandi o di progetti in fase di studio, come quella della creazione di un fondo immobiliare.

Link al Comunicato PAT