Archivia per Ottobre, 2015

I NU.VOL.A. DELLA VAL DI NON FESTEGGIANO 30 ANNI DI ATTIVITÀ

COMUNICATO nr. 2586 del 18/10/15

La cerimonia si è svolta questa mattina a Cles alla presenza del governatore Ugo Rossi e dell’assessore Tiziano Mellarini

nuvola1

Grande partecipazione questa mattina al centro per lo sport e il tempo libero di Cles, dove si sono celebrati i 30 anni dalla costituzione dei Nu.vol.a. Val di Non, il nucleo dell’Associazione Nazionale Alpini fondato nel 1985 e facente parte della protezione civile trentina. Presenti il Governatore Ugo Rossi e l’assessore alla protezione civile Tiziano Mellarini, i consiglieri provinciali Rodolfo Borga e Lorenzo Ossanna e numerosissime autorità locali, sindaci della Val di Non e rappresentanti della Comunità di Valle, dei Carabinieri, delle Guardie Forestali e dei Vigili del Fuoco, oltre ad una folta platea di volontari e simpatizzanti che hanno voluto portare con la loro presenza una testimonianza di affetto e condivisione dei valori del volontariato.

Il Governatore Ugo Rossi ha voluto esprimere “un sentito e sincero grazie a quegli alpini che inizialmente hanno pensato e hanno poi saputo portare avanti questa avventura e a tutti coloro che vi si impegnano”. “Sono uomini” – ha detto – “che lavorano per l’uomo e per le comunità, con la capacità di sapere che il mondo non finisce nei nostri confini e i bisogni sono anche più lontani”. “Dunque grazie” – ha detto il Governatore – “per quello che fate e per come lo avete saputo fare”. Ugo Rossi ha poi reso noto che l’assessore Mellarini recentemente ha assunto l’incarico di coordinatore degli assessori alla protezione civile a livello nazionale. Mellarini, nel suo intervento, connotando il volontariato come “l’identità cristallina del Trentino”, ha fatto notare come la numerosa presenza della autorità locali e cittadine alla cerimonia di oggi sia “indice di un grande affetto nei confronti del mondo del volontariato stesso, che esalta i valori dell’Autonomia, non solo all’interno del nostro territorio”. nuvola2 “La solidarietà, soprattutto e l’impegno civico – ha aggiunto – sono i valori che “contraddistinguono i volontari come persone del fare e non dell’attendere”. L’assessore, inoltre, ha ricordato l’elevata professionalità raggiunta dalla Protezione Civile trentina, di cui i Nu.vol.a. fanno parte, frutto di impegno e dedizione all’innovazione e all’uso delle nuove tecnologie. Nel corso della cerimonia il Governatore Rossi ha consegnato un riconoscimento al capo Nu.vol.a. Giorgio Debiasi, il quale ha ricordato le tante attività prestate dai volontari: dal primo intervento in Valtellina del 1987 fino al più recente, effettuato assieme ai Vigili del Fuoco in Val di Fassa e la storia del nucleo Val di Non, dal primo direttivo ad oggi, che saranno raccolte in una pubblicazione. A suggellare l’impegno dei Nu.vol.a nonesi, anche la presenza di alcune personalità della cittadina polacca che in passato ha ricevuto aiuto e solidarietà dai volontari trentini, oltre a rappresentanti della comunità monastica delle Orsoline in Polonia che, sempre grazie a loro, ha potuto realizzare un centro protetto per donne in difficoltà e una scuola materna.

Link al Comunicato PAT

MILANO, SIGLATO L’ACCORDO TRA TRENTINO SVILUPPO E IL TECNOPOLO DI MOSCA

COMUNICATO nr. 2571 del 16/10/15

Prevede il possibile “scambio” di imprese e collaborazione su meccatronica, green e aerospaziale

Collaborazione sui settori di meccatronica, tecnologie green e aerospazionale, reciproca ospitalità per le imprese più innovative in Trentino e nella città di Mosca, scambio di informazioni ed esperienze nelle attività di supporto alle startup e nell’innovazione d’impresa. Questi i punti principali dell’accordo siglato giovedì 15 ottobre, nel Padiglione della Federazione Russa all’EXPO 2015 di Milano, da Mauro Casotto, dirigente di Trentino Sviluppo ed Igor Ishenko, direttore generale di Technopolis Moscow. L’intesa, possibile grazie ai rapporti intrapresi tra la Provincia autonoma di Trento, rappresentata dal dirigente per la promozione e l’internazionalizzazione Raffaele Farella, e la città di Mosca, è stata formalizzata nell’ambito del forum “Mosca-Italia: fare il business insieme” al quale hanno partecipato tra gli altri il sindaco della Città di Mosca Sergey Sobjanin, l’ambasciatore russo in Italia Sergey Razov, l’assessore del Comune di Milano Franco D’Alfonso e il presidente dell’Agenzia per il Commercio Estero Riccardo Monti.

Link al Comunicato PAT

ROSSI: “A ROMA UN RICONOSCIMENTO IMPORTANTE DELLA NOSTRA SPECIALITA'”

COMUNICATO nr. 2534 del 12/10/15

Un grazie dal Governatore alla delegazione parlamentare trentina. “Ma non dobbiamo mai abbassare la guardia”

“Considerato il contesto complessivamente non favorevole per il decentramento amministrativo ed in particolare per le Autonomie , il risultato raggiunto è positivo, e di esso dobbiamo ringraziare innanzitutto la nostra delegazione parlamentare, anche se le preoccupazioni rimangono sempre”. Così il Governatore del Trentino Ugo Rossi ha commentato oggi l’importante risultato raggiunto dalla delegazione parlamentare trentina la scorsa settimana a Roma, nell’ambito del percorso di riforma della Costituzione che sfocerà domani nel voto finale. Stamani la Giunta provinciale ha approfondito il lavoro svolto dalla delegazione, che ha chiesto una valutazione anche sotto il profilo istituzionale, e non solo strettamente politico, di quanto è stato fatto nelle scorse settimane. Da parte della Provincia c’è un sostanziale “via libera” al votare la riforma costituzionale.

“Il giudizio che diamo alla riforma nel suo impianto generale – ha detto Rossi – non è completamente positivo: ci sono aspetti che condividiamo, in particolare la semplificazione forte del bicameralismo con conseguente snellimento del processo legislativo, che può andare anche a vantaggio dello sviluppo dell’economia. D’altro canto, però, la parte che riguarda il rapporto Stato-Regioni non ci vede così favorevoli, contenendo qualche profilo di eccessivo centralismo. Da un lato, la Corte Costituzionale seguirà l’evoluzione dell’art. 117, che riguarda le Regioni ordinarie, e che ha una impostazione maggiormente centralista, cercando di trasferirla anche alle nostre realtà. Questo ci costringerà ad essere molto vigili”. “D’altro canto – aggiunge però Rossi – abbiamo portato a casa due risultati assolutamente importanti: in primo luogo, una norma ci garantisce la possibilità di continuare il nostro percorso di riforma dello Statuto e di ampliamento delle nostre competenze, anche nella fase precedente all’entrata in vigore della nuova Costituzione, con il Governo in carica, con cui abbiamo un patto politico molto forte in tema di nuove competenze e norme di attuazione; inoltre, abbiamo ottenuto la modifica di una parola della clausola di salvaguardia, da ‘adeguamento’ – dei nostri Statuti alla nuova Costituzione – a ‘revisione’. E’ un cambio non solo lessicale, che dimostra come le istituzioni nazionali – Governo, Parlamento, anche Presidenza della Repubblica – abbiano riconosciuto la specialità del nostro percorso di revisione dello Statuto, in chiave pattizia e all’interno del processo più generale di riforma che sta attraversando il paese. Una specialità che non è chiusura né particolarismo ma che è garanzia di un percorso molto positivo fatto dai nostri territori in questi 70 anni”. Infine, viene valutato con favore che la Conferenza delle Regioni abbia lavorato affinché restasse nel nuovo testo costituzionale almeno un accenno alla possibilità, per le Regioni ordinarie, di imboccare in futuro una strada di maggiore autonomia.

Link al Comunicato PAT

ALFABETIZZAZIONE MOTORIA NELLA SCUOLA PRIMARIA: LA COLLABORAZIONE CON IL CONI

COMUNICATO nr. 2525 del 12/10/15

Rinnovata oggi dalla Giunta provinciale, su proposta del presidente Rossi e dell’assessore Mellarini

Migliorare l’educazione motoria nelle classi prime e seconde della scuola primaria, per sviluppare nuove abitudini e corretti stili di vita fra i bambini, ma anche per migliorare la formazione. Lo sport infatti, oltre che contribuire allo sviluppo armonico e integrale della persone, è anche un importante strumento educativo, rappresenta infatti un mezzo di inclusione, coesione sociale e di comunicazione. Per questo oggi la Giunta provinciale, su proposta del governatore Ugo Rossi e dell’assessore allo sport Tiziano Mellarini, ha approvato anche per l’anno scolastico 2015-2016, il progetto “Alfabetizzazione motoria nella scuola primaria”. Ha inoltre autorizzato la firma della relativa convenzione con il CONI – Comitato Provinciale Trento. Per la realizzazione delle attività nelle scuole primarie il CONI di Trento verrà finanziato per il 70% del costo complessivo dalla Provincia e per il rimanente 30% dalle singole istituzioni scolastiche provinciali e paritarie. La spesa massima a carico della Provincia è pari a 176.550 euro, di cui 161.700 euro per le attività e 14.850 euro per l’intervento di coordinamento tecnico, mentre l’onere per le istituzioni scolastiche è di 69.300 euro che sosterranno con i propri fondi. L’impegno massimo di ore per attuare il progetto è pari a 7.000, al costo unitario omnicomprensivo di 33 euro all’ora, mentre il coordinamento tecnico prevede un impegno di 450 ore. Nei piani di studio provinciali l’educazione motoria riveste un ruolo di grande importanza. La Provincia, avvalendosi del CONI come interlocutore istituzionale in materia di attività sportiva, ha avviato già negli scorsi anni scolastici questo progetto educativo volto a migliorare l’educazione motoria proposta agli alunni nella scuola primaria e destinato a favorire l’instaurazione di un rapporto di collaborazione con gli insegnanti elementari, creando anche per loro occasioni di formazione. Gli interventi sono mirati a promuovere l’attività ludico-motoria anche in funzione propedeutica all’attività sportiva, privilegiando i processi di apprendimento e di acquisizione delle abilità motorie da parte degli studenti.

Link al Comunicato PAT