Elezioni 2018


presidente

Archivia per Ottobre, 2015

PAOLO PRODI E LA SUA «AVVENTURA TRENTINA»

COMUNICATO nr. 2705 del 29/10/15

La presentazione del volume il 3 novembre alle 17.30 presso l’Officina dell’Autonomia

Martedì 3 novembre alle 17.30, presso l’Officina dell’Autonomia in via Zanella 1 a Trento, sarà presentato il volume di Mauro Marcantoni e Franco Sandri dedicato all’ex rettore dell’università di Trento Paolo Prodi. Assieme a Prodi e agli autori del libro interverranno il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi e il direttore della Fondazione Museo storico del Trentino Giuseppe Ferrandi.

Link al Comunicato PAT

PIANO TRENTINO TRILINGUE: DOMANI 30 OTTOBRE IL SEMINARIO A TRENTO

COMUNICATO nr. 2703 del 29/10/15

Inizio ore 9.00, presso la Sala della Federazione, in via Segantini 10

Quali sono le evoluzioni auspicabili del Piano Trentino Trilingue? Qual è la valenza economica delle competenze linguistiche? Quali le lingue straniere nel Trentino di domani? A queste ed altre domande risponderà il seminario “ Le risorse immateriali per il futuro del Trentino. Il caso delle competenze linguistiche”, promosso da IPRASE in collaborazione con il Dipartimento della Conoscenza della Provincia autonoma di Trento e OCSE/Leed Trento. L’appuntamento è per domani, 30 ottobre, ad iniziare dalle ore 9.00, nella Sala della Federazione delle Cooperative, in Via Segantini a Trento.

L’iniziativa intende rappresentare un primo momento pubblico di riflessione sul Piano Trentino Trilingue, entro una cornice di confronto internazionale e in un’ottica di prospettive future. Il seminario, presieduto dal Presidente di IPRASE Mario Giacomo Dutto, inizierà alle ore 9.00 e si concluderà alle 17.30 e vedrà gli interventi di Livia Ferrario, Dirigente generale Dipartimento della Conoscenza; Stefano Barbieri, OCSE; Luciano Covi, direttore di IPRASE; Jean-Claude Beacco, Université Sorbonne Nouvelle, Consiglio d’Europa; Barbara Ischinger, OCSE; Michele Gazzola, Humbolt-Universität zu Berlin; Anneke de Graaf, Central Institute for Test Development Netherlands; Gisella Langé, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca; Federica Ricci Garotti, Università degli Studi di Trento; Francesco Sabatini, Accademia della Crusca e Università degli Studi di Roma Tre; Patrizia Cordin, Università degli Studi di Trento. In apertura l’intervento del Presidente della Provincia e Assessore all’Istruzione Ugo Rossi.

Link al Comunicato PAT

BILANCIO 2016. ROSSI: “UNA MANOVRA ESPANSIVA”

COMUNICATO nr. 2695 del 28/10/15

Garantire la qualità dei servizi e il sostegno alla crescita

bilancio2016

Continuare a garantire la qualità dei servizi e nel contempo sostenere la crescita del Trentino, tutelando il reddito delle famiglie e puntando sul rafforzamento delle imprese. Questi gli obiettivi fondamentali della manovra di bilancio 2016 della Provincia autonoma di Trento, le cui linee guida sono state presentate oggi alla stampa dal presidente Ugo Rossi e dal vicepresidente Alessandro Olivi. “La logica è quella di utilizzare al meglio le risorse del Trentino, che sono in crescita, perché l’economia è ripartita – ha spiegato Rossi. Si tratta di una manovra espansiva, che punta a tenere alti i livelli di qualità della vita nel nostro territorio, ad abbassare la pressione fiscale sulle imprese e sui cittadini. Vogliamo dare la mano ad un treno che è ripartito e che deve essere più leggero, quindi anche con una riduzione di spesa importante nella pubblica amministrazione. Novità importante per i nostri comuni – ha aggiunto Rossi – l’eliminazione del patto di stabilità e la possibilità quindi di utilizzare 120 milioni di avanzo di amministrazione per nuovi investimenti”. “Sul fronte delle imprese – ha spiegato il vicepresidente Olivi – l’amministrazione provinciale si impegna a consolidare e ad implementare un pacchetto di agevolazioni e a ridurre il carico fiscale degli immobili produttivi. Nel contempo – ha aggiunto – chiederemo alle parti sociali – un’assunzione di impegni, affinché la crescita non sia disgiunta dalla coesione sociale e affinché le risorse recuperate dalla imprese, grazie all’abbassamento delle tasse, siano utilizzate per investire nell’innovazione e per mantenere ed incrementare l’occupazione”.

La manovra sarà approvata definitivamente dalla Giunta provinciale il 9 novembre, dopo che nei prossimi giorni si aprirà un confronto con le parti sociali e con i comuni. Il bilancio pareggia sulla cifra di 4,920 miliardi di euro, composto da partite effettive per 4,682 miliardi e da partite di giro per 228 milioni. Ci saranno meno tasse per le imprese e per i cittadini. In particolare è prevista l’esenzione dall’addizionale Irpef per i redditi inferiori ai 20.000 euro e l’eliminazione dell’IMIS sulla prima casa, ad eccezione delle case di lusso. Nel triennio 2016-2018 sarà garantito uno stock di risorse di oltre 1.050 milioni di euro, per realizzare investimenti in viabilità, trasporti, banda ultra larga, strutture scolastiche e sanitarie, depuratori e discariche, che raggiunge la cifra di 1.350 milioni con il nuovo ospedale di Trento. Sul fronte della pubblica amministrazione è previsto un calo della spesa per il personale, nel periodo 2015-2018, del 6,3% ed una ulteriore riduzione del turn over. In calo del 10% anche le spese discrezionali e le spese di funzionamento.

Link al Comunicato PAT

FORMAZIONE PROFESSIONALE: NUOVE ASSUNZIONI, PIÙ ATTIVITÀ E FLESSIBILITÀ NEL NUOVO CONTRATTO

COMUNICATO nr. 2679 del 27/10/15

Firmato il protocollo tra il governatore Rossi e i sindacati. Previste 35 nuove immissioni in ruolo

formazione2

Nuovo passo importante verso il nuovo contratto di lavoro della formazione professionale. Questa mattina il governatore del Trentino Ugo Rossi ha firmato con i rappresentanti di Cgil Cisl e UIL il protocollo di intesa per la revisione delle norme contrattuali sulla formazione professionale che prevede alcune significative novità che hanno come obiettivo il perseguimento delle priorità strategiche di questa legislatura, fra cui il rafforzamento nella formazione professionale del modello duale e di alternanza scuola-lavoro e l’attuazione del piano del trilinguismo. In cambio della maggiore flessibilità nella suddivisione durante l’anno dei carichi di lavoro del corpo docente, di alcune prestazioni aggiuntive e della disponibilità a programmare le attività fino al 31 luglio, vengono garantiti il potenziamento dell’organico stabile con l’immissione in ruolo di 35 nuove posizioni ed il riconoscimento di un’indennità a fronte della flessibilità resa disponibile. La Provincia ha assunto anche l’impegno ad adottare – attraverso il contratto di servizio – gli stessi criteri anche per gli enti di formazione professionale privati.

Link al Comunicato PAT