Archivia per Settembre, 2015

SI AMPLIA IL PROGETTO “CLASSE BILINGUE” DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 5

COMUNICATO nr. 2308 del 21/09/15

Lo ha stabilito oggi la Giunta provinciale su indicazione del presidente Ugo Rossi

Potenziare l’insegnamento dell’inglese nei programmi della scuola primaria e secondaria, in linea con quanto stabilito dal Piano Trentino Trilingue. Questo l’obiettivo di una deliberazione, firmata dal governatore Ugo Rossi e approvata questa mattina dalla Giunta provinciale. Si tratta di un ulteriore finanziamento del progetto “Classe bilingue” avviato dall’istituto comprensivo Trento 5 nelle scuole elementari Sanzio e nelle scuole medie Bresadola, che verrà esteso anche alle elementari Gorfer. “Quello avviato ormai da alcuni anni dall’Istituto comprensivo Trento 5 – ha commentato il presidente Rossi – è un’esperienza particolarmente qualificante di scuola bilingue, attraverso la quale apprendere contenuti disciplinari utilizzando la lingua inglese. Il progetto ha ormai assunto dimensioni consolidate ed ampie ed è sicuramente una punta di eccellenza del sistema formativo trentino”.

Attraverso il progetto “Classe bilingue”, partito nel 2008, si è dato avvio ad una sezione sperimentale bilingue presso le due scuole, Sanzio e Bresadola, potenziando l’insegnamento veicolare della lingua inglese per un totale di 20 ore alla settimana. Con il provvedimento odierno, che stanzia in totale per l’intero progetto 59.728 euro, viene attivato un nuovo percorso formativo presso le scuole elementari Gorfer, secondo il modello già ampiamente sperimentato presso le scuole Sanzio della “Classe bilingue”. Inoltre viene prevista l’attivazione di una terza sezione del progetto “Clil Bresadola”, rispetto alle due già previste; in questo modo gli alunni che sperimentano la classe bilingue alle elementari, possono proseguire anche alle medie con un approccio metodologico fondato sull’uso veicolare di una lingua straniera, in questo caso l’inglese.

Link al Comunicato PAT

SCI: RINNOVATO CON LA FISI IL PROGETTO TRENTINO AZZURRO

COMUNICATO nr. 2307 del 21/09/15

Fra gli allenatori anche Davide Simoncelli

simoncelli

Sostenere e accompagnare le eccellenze dello sci trentino nel percorso di crescita agonistica, mettendo loro a disposizione una struttura tecnica e di supporto organizzata e di alta qualità. Sono stati questi gli obiettivi del Progetto Trentino Azzurro, che nel triennio dal 2012 al 2014 ha consentito a circa 300 giovani atleti di età compresa fra i 16 e i 20 anni delle specialità dello sci alpino e dello sci di fondo di elevarsi dal punto di vista tecnico e umano, raggiungendo risultati impensabili fino a qualche lustro fa. Ne sono testimonianza le due medaglie ottenute ai mondiali juniores di sci alpino da Matteo De Vettori, la medaglia ai giochi Olimpici della Gioventù Europea di Federico Liberatore e gli oltre 300 podi complessivi ai campionati italiani di specialità raggiunti nel triennio, con 24 giovani trentini che hanno raggiunto le nazionali maggiori. “E’ un progetto importante che abbiamo deciso di rinnovare con convinzione” hanno detto il governatore del Trentino Ugo Rossi e l’assessore allo Sport Tiziano Mellarini, che insieme al presidente del Comitato Trentino Fisi Angelo Dalpez e a Davide Simoncelli hanno annunciato il rinnovo triennale dell’accordo. Alla Provincia autonoma di Trento questo progetto – hanno detto – come ha come attore anche Trentino Marketing, consente di comunicare un’immagine associata allo sci agonistico, quale territorio sportivo e dinamico, evidenziando la forte valenza turistica legata ai temi della vacanza attiva”. “Ringraziamo Simoncelli – ha detto Ugo Rossi che ha consegnato un riconoscimento al campione roveretano – per i risultati raggiunti durante la sua prestigiosa carriera, che hanno dato lustro al movimento sportivo e anche al territorio trentino”.

Link al Comunicato PAT

ROSSI: “COSTRUIRE L’EUROPA DELLE REGIONI ATTRAVERSO L’EUREGIO”

COMUNICATO nr. 2304 del 19/09/15

Obiettivo raggiunto oggi per la prima edizione della Festa dell’Euregio

hall1

Un grande bagno di folla, oggi alla Festa dell’Euregio, per i tre presidenti dell’Euregio, il governatore del Trentino Ugo Rossi, il presidente della Provincia autonoma di Bolzano Arno Kompatscher e il capitano del Tirolo Günther Platter. Centinaia di persone – oltre seicento sono stati quelli che hanno approfittato del treno speciale gratuito partito stamattina da Rovereto – hanno riempito Hall in Tirolo, la suggestiva cittadina scelta per accogliere la prima edizione di questa festa, organizzata per vivere, gustare e sentire l’Euregio, come voleva lo slogan. Forte la rappresentanza del Trentino, con quasi mille persone che hanno accolto l’invito a partecipare, fra le autorità vi erano la presidente del Consiglio regionale Chiara Avanzo, i consiglieri Baratter, Bottamedi, e Ossanna. “Grazie a tutti voi per essere qui – sono state le prime parole del presidente Ugo Rossi – sono davvero orgoglioso che molti cittadini del Trentino e dell’Alto Adige abbiano scelto il treno per raggiungere Hall, oggi è la vostra festa”. In ottobre la presidenza dell’Euregio passerà dal Tirolo al Trentino e uno degli impegni che si è assunto il governatore Rossi è stato quello di ripetere un’iniziativa analoga, per radicare sempre più l’Euregio fra la popolazione dei tre territori: “In Trentino – ha commentato Ugo Rossi – c’è ormai la voglia di sentirsi pienamente in Europa, vogliamo costruire l’Europa delle Regioni e per farlo dobbiamo lavorare tutti assieme nell’Euregio”. Altro obiettivo è rappresentato dal Trilinguismo: “Nel prossimo futuro dovrà essere normale che i cittadini trentini parlino italiano, tedesco ed inglese”.

hall2

La festa dell’Euregio è iniziata attorno alle dieci, con musica nella piazza principale e momenti di intrattenimento ed espositivi presso il centro congressi cittadino. I tre presidenti si sono poi spostati al Museo della Zecca, ad ingresso gratuito per l’occasione, dove hanno coniato tutti assieme la moneta dell’Euregio. Infine la delegazione, fra cui vi erano anche il sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli, ha raggiunto la piazza centrale cittadina, dove vi erano gli stand gastronomici, con specialità provenienti dai tre territori dell’Euregio e possibilità di comporre il proprio menù alpino scegliendo tra le varie prelibatezze. Qui la cerimonia ufficiale, con il sindaco di Hall, Eva-Maria Posch, la sfilata e la salva tenuta dalla locale Compagnia Schützen. hall3 Dopo il pranzo i tre presidenti hanno raggiunto lo stadio cittadino, dove si sono tenute le semifinali dell’Euregio Cup, sfida a calcio tra le squadre amatoriali del Tirolo del nord, di quello orientale, dell’Alto Adige/Südtirol e del Trentino; le finali si disputeranno domani. Allo sport è seguito l’intrattenimento musicale: alle 17.30 presso la piazza principale si è esibito il trio femminile pop Ganes, della Val Badia, le cui cantanti sono note per i loro testi in ladino. Alle Ganes è seguito alle 19.30 il concerto degli Herbert Pixner Projekt che alla musica tradizionale dell’ambiente alpino abbinano suoni innovativi.

Link al Comunicato PAT

ROSSI: “LE GRANDI IMPRESE CI SONO ANCHE IN TRENTINO”

COMUNICATO nr. 2300 del 18/09/15

Il governatore in visita alla Menz & Gasser di Novaledo che festeggia gli 80 anni di attività

Rossi Menz e Gasser 2

“Qui c’è tanto passato ma anche uno sguardo rivolto al futuro”. Sono le prime parole che il governatore Ugo Rossi ha pronunciato alla conclusione della visita della Menz & Gasser di Novaledo, azienda leader nel mondo per la produzione, in particolare, di confetture. E’ stato un giorno di festa oggi alla M&G, che ha aperto le sue porte e le linee di produzione per celebrare gli 80 anni di attività.

Lo stabilimento è in fase di grande espansione: nella prossima primavera-inizio estate saranno completati i nuovi spazi produttivi che, con 25 mila metri quadrati aggiuntivi, raddoppiano la superficie produttiva totale dell’impresa. Accompagnato dal proprietario e amministratore delegato della M&G Matthias Gasser, il governatore Rossi ha visitato i vari reparti e settori della produzione, tra i quali i laboratori di ricerca, soffermandosi a parlare più volte con il personale. Rossi Menz e Gasser 3 “Siamo orgogliosi del fatto – ha tra l’altro affermato Rossi – che questa è una fabbrica che è leader nel suo settore e che esporta più del 55 per cento della sua produzione. Come ente pubblico sano impegnati a sostenere lo sviluppo di questa azienda, altamente tecnologica, in virtù anche della forte ricaduta sul territorio.” “Anche in Trentino – questo il messaggio che Rossi ha lanciato da Novaledo – è possibile fare impresa ad altissimi livelli, con altissima qualità, partendo da un territorio piccolo ma che è pienamente dentro le logiche del mercato globale.”

Link al Comunicato PAT