Archivia per Maggio, 2015

SEDUTA EUREGIO A ISELSBERG (TIROLO) CON I 3 PRESIDENTI

COMUNICATO nr. 1234 del 27/05/15

Domani, al termine della riunione, conferenza stampa alle ore 11.15

Il punto sui progetti avviati dal Gruppo europeo di cooperazione transfrontaliera (GECT) dell’Euregio Trentino – Alto Adige – Tirolo, l’anticipazione delle future iniziative, gli sviluppi della strategia per lo spazio alpino: sono alcuni dei temi della seduta della Giunta del GECT Euregio con i presidenti Ugo Rossi, Arno Kompatscher e Günther Platter in programma domani, giovedì 28 maggio, a Iselsberg vicino a Lienz. Quella di domani sarà la nona seduta della Giunta del GECT dell’Euregio, un appuntamento che servirà a fare sintesi su ciò che si è fatto finora e sui progetti in corso, a partire dallo sviluppo della strategia per lo spazio alpino e la partecipazione ai programmi UE alle future iniziative di cooperazione, dal portale web per i giovani alla partecipazione a EXPO Milano 2015. Al termine della seduta i tre presidenti – Ugo Rossi (Trentino), Arno Kompatscher (Alto Adige), Günther Platter (Tirolo) – incontreranno i giornalisti in una conferenza stampa programmata per le ore 11.15 al Seminarkristall di Iselsberg, n. 151, vicino a Lienz. Il Seminarkristall sorto a Iselsberg, un paese nei pressi di Lienz nel Tirolo orientale, è una struttura che ospita seminari, incontri e lavori sull’energia e sulla bioenergetica. Alle ore 11 è fissata la visita della struttura con possibilità di foto e riprese tv.

Link al Comunicato PAT

EXPO MILANO 2015, UN’OPPORTUNITÀ DA OLTRE 40 MILIONI DI EURO PER IL SISTEMA TERRITORIALE

COMUNICATO nr. 1229 del 27/05/15

L’Esposizione universale ha aperto i battenti con un record di visitatori e per il Trentino è già tempo di un primo, positivo bilancio

Expo Milano 2015 incassa l’interesse da parte delle migliaia di persone che ogni giorno visitano i 104 padiglioni. La grande esposizione universale è partita quindi sotto i migliori auspici ed è già possibile tracciare un primo bilancio dell’impatto che Expo Milano 2015 ha avuto sul sistema trentino, che proprio oggi presenta le iniziative sul territorio. Secondo una prima stima sono oltre 20 le aziende trentine che hanno lavorato all’allestimento di almeno 24 padiglioni di Expo con una ricaduta generale superiore ai 40 milioni di euro. A fronte di un investimento della Provincia autonoma di Trento di circa 1,6 milioni di euro, si registrano 200 mila euro incassati da investimenti privati dagli 11 special sponsor trentini, 300 mila euro da fondi nazionali recuperati per la realizzazione dei concept store di Palazzo della Albere a Trento e Mart a Rovereto, a cui si aggiungono ulteriori 300 mila euro di fondi nazionali per azioni promozionali ad Expo Milano 2015. L’esposizione universale sarà anche occasione di business per il sistema trentino: almeno 20 gli incoming commerciali pianificati in Trentino con l’arrivo di delegazioni di buyer, distributori e operatori del settore agroalimentare per incontri B2B con le aziende trentine. La partecipazione diretta del sistema Trentino a Expo è articolata: quattro diversi spazi di presenza a Milano, due concept store a Trento (Palazzo delle Albere e Mart), studiati per diventare piattaforme di promozione e di collegamento con i flussi turistici provenienti da Expo, ed i sei itinerari turistici incentrati sulla biodiversità e sul cibo per attrarre i turisti da Milano al Trentino. Uno spazio Trentino è stato realizzato nel Padiglione del Vino con la presenza di 56 etichette, espressione di oltre 20 cantine trentine (16 vini bianchi, 8 vini rossi e 32 spumanti TrentoDoc), con il coordinamento dell’Istituto TrentoDoc e Consorzio Vini del Trentino.

Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi, sottolinea l’importanza della presenza del Sistema Trentino ad Expo Milano 2015 e: “L’Italia ha mostrato ancora una volta una fortissima capacità di reazione e di risposta alle grandi sfide. L’Expo rappresenta un’occasione straordinaria per agganciare la ripresa internazionale e tornare a crescere. Il Trentino sta facendo e farà la sua parte attraverso una presenza forte e articolata in termini di spazi di promozione, di presenza di imprese private, di internazionalizzazione delle filiere agroalimentari trentine e dell’offerta turistica”. Diverse migliaia i trentini hanno già visitato Expo Milano 2015 e il capoluogo lombardo, anche a bordo del treno Expo Trentino, che nelle giornate di sabato e domenica (e fino al 31 ottobre) garantisce due corse al giorno, e dell’Euregio Bus che ogni giorno collega Innsbruck, Bolzano, Trento e Rovereto e ritorno.

Link al Comunicato PAT

EXPO 2015 IN TRENTINO, LA GRANDE ESPOSIZIONE DELLE ECCELLENZE DI UN TERRITORIO UNICO

COMUNICATO nr. 1228 del 27/05/15

Oggi l’inaugurazione del concept store di Trento, il 30 quello di Rovereto, un programma ricco di eventi, laboratori e mostre

Expo 2015 vive da oggi una seconda vetrina, realizzata nella splendida cornice naturale del Trentino. L’esposizione universale raddoppia e dagli spazi di Rho arriva in Trentino per coinvolgere in maniera identitaria l’intera provincia, grazie ai concept store ed alle mostre di Trento e Rovereto, agli itinerari turistici dedicati alla scoperta di una biodiversità di un territorio unico, ed ad un programma di eventi e spazi conviviali in grado di coinvolgere turisti e residenti da giugno ad ottobre. Il progetto “Expo in Trentino” – presentato oggi a Palazzo delle Albere, dagli assessori provinciali Michele Dallapiccola (Agricoltura e Turismo) e Tiziano Mellarini (Cultura e Sport) -, rafforza e innova l’offerta del Trentino rispetto ai temi al centro dell’EXPO proponendo uno straordinario insieme di eventi ed itinerari incentrati sulla biodiversità, sulla cultura e sull’arte, su spazi conviviali di presentazione e degustazione delle eccellenze enogastronomiche e delle filiere agroalimentari territoriali. I due luoghi di principale richiamo saranno i Concept Store Expo di Trento e Rovereto, allestiti presso Palazzo delle Albere, adiacente al MUSE, e a Rovereto presso la Caffetteria Le Arti, nella piazza del Mart. A Palazzo delle Albere apre anche la grande mostra “Coltiviamo il gusto. Tutto il buono dalla Terra trentina”, dedicata alla presentazione dell’eccellenza nell’ambito della produzione e trasformazione alimentare dei prodotti caratteristici del Trentino. Pochi passi e il vasto giardino del Palazzo cinquecentesco ospita gli “Orti”, selezione di coltivi, dedicati alla cerealicoltura e alle colture in campo di antiche varietà. Le iniziative al Palazzo delle Albere e al MART, nell’ambito del programma EXPO sui territori, sono sostenute da CIPE e dalla Provincia autonoma di Trento, con il coordinamento della Struttura per la promozione e l’internazionalizzazione, del Servizio attività culturali, Mart e MUSE – Museo delle Scienze di Trento.

Oggi è il grande giorno, dedicato alla presentazione di Expo 2015 in Trentino, ovvero delle iniziative organizzate nella nostra provincia a corredo della grande esposizione universale in corso di svolgimento a Milano. La presentazione è stato ospitata a Palazzo delle Albere, che ha riaperto dopo cinque anni di inattività e che fino ad ottobre sarà uno dei poli di Expo in Trentino. In occasione della presentazione del progetto, il presidente Rossi ha ricordato come “Il sistema trentino ha mostrato di saper sfruttare la straordinaria opportunità rappresentata da Expo Milano che, oltre ad essere una grande finestra verso il mondo, rappresenta una straordinaria leva di innovazione per l’offerta turistica, culturale ed economica dei territori italiani. Il progetto Concept Store e la riapertura di un patrimonio artistico e culturale unico quale il Palazzo delle Albere rappresenta la dimostrazione di come possa essere valorizzato Expo: non soltanto recuperando importanti risorse nazionali per far rinascere questo magnifico luogo ma anche per innovare la nostra proposta territoriale integrando in un solo luogo i principali attrattori turistici, culturali e produttivi del nostro territorio”. Il programma offre cinque mesi di opportunità per turisti e residenti che potranno visitare i due Concept Store Expo a Palazzo delle Albere e Mart, due mostre dedicate al cibo e all’agroalimentare, svariati laboratori, degustazioni di prodotti, ben 30 eventi, con il coinvolgimento di oltre 50 aziende trentine .

Link al Comunicato PAT

PARTECIPAZIONE E SVILUPPO PASSANO DALLE AMMINISTRAZIONI LOCALI

COMUNICATO nr. 1220 del 26/05/15

Ieri il presidente Ugo Rossi e l’assessore Carlo Daldoss hanno incontrato sindaci e presidenti di Comunità

rossi_daldoss

La riforma istituzionale e gli adempimenti relativi all’elezione delle Comunità erano i temi principali dell’appuntamento che ieri nel tardo pomeriggio ha riunito, presso il Consorzio dei comuni a Trento, il presidente della Provincia autonoma Ugo Rossi e l’assessore agli enti locali Carlo Daldoss con i sindaci e i presidenti di Comunità. Ma non si è parlato solo di questo. Andamento dell’economia e intervento delle amministrazioni pubbliche, servizi e rapporto tra centro e periferia, consolidamento dell’autonomia, semplificazione del quadro normativo e riforma urbanistica, finanza locale e ruolo di comuni e Comunità: sono stati questi alcuni degli ulteriori argomenti su cui si è sviluppato un vivace dibattito. Il presidente Ugo Rossi ha individuato nel recupero di partecipazione e di contatto con i cittadini l’obiettivo più urgente e più sfidante per le amministrazioni locali. “Siamo – ha detto Rossi – in un periodo in cui anche il Trentino sconta qualche calo di tensione rispetto alla partecipazione. È un dato di cui tenere conto. Tutti dobbiamo impegnarci per recuperare questa distanza tra amministratori e amministrati e per dare ai cittadini la convinzione che le amministrazioni trentine funzionano e che la partecipazione alla cosa pubblica è importante. La recente tornata elettorale ci ha reso evidente un dato su cui ragionare; dobbiamo accrescere quindi gli spazi di partecipazione”. “All’interno delle Comunità, così come ridisegnate dalla riforma dello scorso anno, – ha aggiunto l’assessore Daldoss – i comuni avranno un ruolo di primo piano. Le Comunità d’altronde dovranno comporre e portare ad unità le prospettive di sviluppo espresse dagli ambiti territoriali di riferimento. Nella gestione delle risorse questa funzione si esprimerà a pieno”.

Link al Comunicato PAT