Archivia per Ottobre, 2014

ROSSI AI DIRIGENTI SCOLASTICI: ALLA SCUOLA SERVE UN’INIEZIONE DI FIDUCIA

COMUNICATO nr. 2515 del 08/10/14

Affollato incontro ieri in via Gilli

Dare fiducia alla scuola, e ai cambiamenti che la interessano. Fiducia per fare “cose possibili”, come la stabilizzazione dei precari, risultato già messo a segno, ma anche per semplificare i meccanismi di reclutamento, impostare nuove regole di governance, mettere le ali al trilinguismo. Questi in sintesi i messaggi che il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, anche assessore all’istruzione, ha lanciato ieri nel corso dell’incontro con i dirigenti scolastici svoltosi in via Gilli. Accompagnato dalla dirigente del settore Livia Ferrario, Rossi ha commentato le linee generali del Piano strategico varato dall’Iprase e i dati sulla scuola riguardanti i test Pisa e Invalsi, sviluppando quindi un confronto a 360° con la platea dei dirigenti scolastici.

Link al Comunicato PAT

EDA: UN’AMPIA OFFERTA FORMATIVA PER GLI ADULTI ITALIANI E STRANIERI

COMUNICATO nr. 2513 del 08/10/14

Il presidente Ugo Rossi ha partecipato stamani all’apertura dell’anno scolastico 2014-2015

“Ci sono scelte che a volte facciamo perché indotti da fattori esterni, come cambiare città o nazione. E poi ci sono scelte che facciamo con piena convinzione, con impegno personale. Le attività di educazione e formazione degli adulti incrociano entrambi questi aspetti. Che si tratti di imparare una lingua, di completare un percorso di studi, di formarsi per un nuovo lavoro, l’obiettivo è sempre lo stesso: prendere in mano il proprio destino”. Con queste parole il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi si è rivolto stamani agli insegnanti e ai corsisti dell’Eda, Centro educazione degli adulti, in occasione dell’apertura dell’anno scolastico 2014-2015. l’Eda opera nelle sue sedi di Trento, in via Veneto e presso il liceo Rosmini di via Malfatti, e nella casa circondariale di Spini, nonché in altre sedi distaccate presenti sul territorio, nove in tutto. L’offerta formativa si rivolge sia a stranieri sia ad italiani adulti, e viene svolta anche in collaborazione con diverse istituzioni territoriali, oltre alla Provincia il Commissariato del Governo, l’Agenzia del Lavoro, le associazioni che si occupano di minori. Quasi 2.000 le persone che hanno frequentato uno dei suoi corsi nell’anno 2013-2014, fra cui 570 stranieri solo per i corsi di lingua italiana.

Link al Comunicato PAT

ROSSI AI RAGAZZI DEL CFP DI TIONE: DATEVI OBIETTIVI AMBIZIOSI

COMUNICATO nr. 2496 del 07/10/14

Non sono solo trentini, ma arrivano da Venezia, Salerno, Napoli e persino dalla Russia i giovani che frequentano il percorso di alta formazione che al CFP di Tione consente di acquisire la qualifica di tecnico superiore di cucina e ristorazione. Li ha incontrati stamani il presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi al termine di un giro di visite ad alcuni istituti scolastici trentini. Ultima tappa, dopo quelle di Mezzolombardo, Andalo e Molveno, è stata quella al Centro di Formazione professionale di Tione, frequentato ad oggi da 475 ragazzi, di cui 260 per l’indirizzo alberghiero, il restante per quello industriale ed artigianale.

Link al Comunicato PAT

PAGANELLA: TRA NATURA E SPORT CON I RAGAZZI DELL’ALTIPIANO

COMUNICATO nr. 2493 del 07/10/14

Questa mattina, ad Andalo e a Molveno, la visita del presidente Ugo Rossi

Prima alla Festa dello sport ad Andalo, poi alla nuovissima scuola materna di Molveno. È terminato con queste due ulteriori tappe il tour del presidente della Provincia autonoma di Trento, Ugo Rossi che stamani ha visitato alcune strutture scolastiche della Rotaliana e della Paganella. Ad Andalo, davanti al centro giovanile, si sono dati appuntamento i ragazzi delle elementari e delle medie del posto e dei vicini plessi di Molveno, Fai e Spormaggiore. Accolti dal dirigente scolastico, Stefano Chesini, dai vertici della Comunità di valle e dei Comuni della zona, il presidente Rossi, accompagnato dalla dirigente del Dipartimento alla Conoscenza, Livia Ferrario ha ascoltato i canti di benvenuto per poi portare il saluto dell’Amministrazione provinciale. “Vi auguro di avere sempre la capacità di impegnarvi – ha detto – per voi stessi, ma anche per le vostre famiglie e per la vostra comunità. Lo si puó fare anche divertendosi, se siamo consapevoli della fortuna che abbiamo”. “Ogni giorno – aveva detto poco prima Chesini – apriamo gli occhi e vediamo la bellezza delle nostre montagne, dei prati, del bosco e del lago. Sarebbe un delitto se l’abitudine a queste cose ci facesse dimenticare quanto siamo fortunati ad averle. E dobbiamo impegnarci tutti affinché siano mantenute nel tempo”. Un piccolo ma eloquente esempio di questo mix di fattori lo offre tra l’altro l’edificio – marchiato Arca Plus – che ospita la scuola materna e il nido di Molveno. Qualitá architettonica, dei materiali e integrazione ambientale rappresentano molto bene lo sforzo per offrire a bambini e genitori servizi di livello che perseguono l’obiettivo di mantenere abitati e vivi i centri periferici e montani. La struttura – alla cui visita ha preso parte anche il presidente della Federazione scuole materne, Giuliano Baldessari – è già aperta (la frequentano circa trenta bambini a cui si aggiungono dieci piccoli che frequentano il nido) ma sarà inaugurata ufficialmente domenica 12 ottobre.

Link al Comunicato PAT